Divieto di sosta e di circolazione in Via Brighindi – Rifacimento manto stradale.

divieto per lavoriPREMESSO che con nota presentata in data 11.03.2016 la soc. Nobili srl, con autorizzazione Settore Welfare prot. 58037/2015, ha chiesto l’occupazione di suolo pubblico per lavori di rifacimento manto stradale in Via Francesco Brighindi dall’intersezione con Piazza Gramsci fino all’intersezione con Via Petrarca;
CONSIDERATO che per la corretta esecuzione dei suddetti lavori necessita emissione di apposita ordinanza di divieto di circolazione e di sosta a partire da lunedì 02.05.2016 fino a fine lavori;
VISTI gli artt. 6,7,158,159 del D.Lgs. n° 285 del 30.04.1992 e successive modificazioni;
VISTO il D.Lgs n° 165 del 30.03.2001;
VISTA la Legge 241 /90 e successive modificazioni integrative;
VISTO l’art.107 del D.lgs n° 267/2000;
VISTO il D.P.R. 16.12.1992, n. 495 e successive modificazioni integrative;

O R D I N A

1. Per tutto quanto in premessa esposto è istituito a partire da lunedì 02.05.2016 fino a fine lavori dalle ore 09.00 alle 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00
a) Il divieto di sosta con rimozione su ambo i lati e il divieto di circolazione negli orari su indicati, in Via Francesco Brighindi dall’intersezione con Piazza A. Gramsci fino all’intersezione con Via Petrarca;
b) I veicoli in sosta in area vietata verranno rimossi ai sensi dell’art. 159 del C.d.S.;
c) Il tutto come prescritto da apposita segnaletica stradale (art. 38 C.d.S.);
d) Sono esclusi dal divieto di circolazione i veicoli di proprietà dei residenti nell’area interdetta che possiedono posto auto esclusivo, i mezzi di soccorso e i veicoli adibiti a servizio di Polizia;
e) Il personale della Ditta dovrà provvedere a rimuovere prontamente qualsiasi intralcio al passaggio dei veicoli di cui il punto “d”.

DISPONE

a) Ai sensi degli artt. 3 quarto comma e 5 terzo comma, della legge 7 agosto 1990, n. 241 avverte: responsabile del procedimento è il Vice Comandante f.f. della Polizia Locale Cap. Giancarlo Tofani.
b) Avverso la presente Ordinanza è possibile esperire, alternativamente, ricorso al T.A.R. entro 60 giorni o ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni.
c) E’, altresì, esperibile ricorso entro 30 giorni al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti avverso la segnaletica stradale inerente a questo provvedimento, ai sensi dell’art. 37 comma 3 del CdS;
d) Il Comando di Polizia Locale e le altre Forze di Polizia che svolgono servizio di Polizia Stradale (ex art. 12 C.d.S.) sono incaricati dell’esecuzione della presente Ordinanza.

Visite:22