CULTURA. ROMA, ‘OPERA IN MOSTRA’ A PALAZZO BRASCHI CON RAGAZZI ‘FABBRICA’ YAP.

(DIRE) Roma, 9 mar. – Oggi (venerdi’ 9 marzo) presso il Museo di Palazzo Braschi i talenti di ‘Fabbrica’ Yap del Teatro dell’Opera di Roma si esibiranno nell’ultimo appuntamento di Opera in Mostra, abbinato alla visita guidata all’esposizione ‘Artisti all’Opera. Il Teatro dell’Opera di Roma sulla frontiera dell’arte. Da Picasso a Kentridge (1880-2017)’, prorogata fino al 18 marzo. L’iniziativa e’ promossa da Roma Capitale, assessorato alla Crescita culturale-Sovrintendenza capitolina ai Beni culturali con l’organizzazione della Fondazione Teatro dell’Opera di Roma in collaborazione con Zetema Progetto Cultura. L’evento, con ingresso previo acquisto del biglietto d’ingresso alla mostra, avra’ inizio alle 17.30 con la visita guidata all’esposizione a cura di Francesco Reggiani (responsabile Archivio storico del Teatro dell’Opera di Roma), cui seguira’ alle 18.15 il concerto di ‘Fabbrica’ nel Salone d’Onore. Alla visita guidata potranno partecipare massimo 50 persone, con prenotazione allo 060608. La partecipazione al concerto sara’ consentita fino al riempimento della sala. Il programma di quest’ultimo appuntamento propone famose arie dalle opere Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni e Pagliacci di Ruggero Leoncavallo. Si esibiranno il baritono Andrii Ganchuk nel ‘Prologo’ da Pagliacci, il mezzosoprano Irida Dragoti in ‘Voi lo sapete o mamma’ da Cavalleria Rusticana, il tenore Murat Can Guvem nella ‘Serenata di Arlecchino’ da Pagliacci. Pianista: Susanna Piermartiri. I due capolavori del Verismo saranno eseguiti al Teatro Costanzi con la direzione di Carlo Rizzi e la regia di Pippo Delbono, a partire dal prossimo 5 aprile, in un nuovo allestimento in coproduzione con il Teatro San Carlo di Napoli. Con le esibizioni dei talenti di ‘Fabbrica’ Yap II edizione 2018/2019 prende vita cosi’ un’altra iniziativa che avvicina il Teatro dell’Opera alla citta’, con l’obiettivo di favorire la trasmissione di sapere e la promozione di nuovi talenti italiani e stranieri, e dare loro la possibilita’ di inserirsi nel campo dell’opera lirica. 

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 77