CULTURA. ROMA, MIGLIAIA RAGAZZI A ‘PIÙ LIBRI PIÙ LIBERI’ PER OLGA MISIK.

IN RUSSIA HA AFFRONTATO POLIZIA LEGGENDO ARTICOLI DELLA COSTITUZIONE (DIRE) Roma, 5 dic. – Migliaia di studenti nella Nuvola dell’Eur per una grande lezione di democrazia e diritti civili.
Direttamente dalla Russia, a ‘Piu’ libri piu’ liberi’ e’ arrivata Olga Misik, la 17enne attivista che sfida il regime di Vladimir Putin. La ragazza e’ diventata un’icona mondiale quando, durante una manifestazione per la democrazia a Mosca, ha affrontato la polizia leggendo gli articoli della Costituzione russa.
All’incontro, con Rosalba Castelletti, hanno partecipato i ragazzi delle scuole romane, che hanno portato alcune copie della Costituzione italiana. Olga ha raccontato agli studenti italiani cosa significa vivere in uno Stato dove non vengono rispettati i basilari diritti civili e politici: “Arrivata in Italia, mi ha sorpreso il clima di liberta’ che c’e’ nel vostro Paese. A Roma ho visitato un liceo occupato, la polizia lascia correre. In Russia e’ sufficiente una riunione di tre persone per scatenare la reazione delle forze dell’ordine. Si rischiano multe di migliaia di rubli e poi il carcere fino a cinque anni”. La giovane attivista ha anche spiegato i motivi che l’hanno spinta a impegnarsi in prima persona, nonostante i grandi rischi: “lo faccio perche’ in questo modo riesco a ispirare altre persone. L’obiettivo e’ cambiare il Paese e piu’ siamo e meglio e’. Per ora in Russia il regime purtroppo e’ stabile: ogni giorno ci sono nuovi arresti, ormai e’ diventata prassi. Nonostante la mia eta’, dopo tutto quello che mi e’ successo ho l’impressione di essere gia’ cresciuta. Ma non mi fermo, dedichero’ la mia vita a questa lotta”. Alla fine dell’incontro, Olga ha risposto alle moltissime domande degli studenti.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 258