CULTURA. ROMA, ‘DIOCLEZIANO ALL’OPERA’: MUSICA IN SCENA ALLE TERME.

PROGETTO MUSEO NAZIONALE E COSTANZI, PORRO: OFFERTA DI QUALITÀ (DIRE) Roma, 7 lug. – Il Museo nazionale Romano, in collaborazione con Electa, apre il lunedi’ sera le Terme di Diocleziano per una imperdibile stagione estiva. Il 10, 17, 24 e 31 luglio le piu’ celebri arie del grande repertorio classico risuoneranno nell’aula VIII, l’antica sala termale che si affaccia sugli spazi della natatio, la piscina di cui resta parte della monumentale facciata. La cura del programma Diocleziano all’Opera e’ affidata al Teatro dell’Opera di Roma. Giovanni Bietti, compositore, pianista e musicologo, introduce i temi delle quattro serate e accompagna i giovani artisti di Fabbrica Young Program che interpretano le arie. L’Opera e’ amore, turbamento, astuzia e follia sulle note di Bellini e Verdi, Mozart e Puccini, Offenbach e Rossini, Bizet e Donizetti. “Un’offerta culturale di qualita’ per apprezzare diversamente le Terme di Diocleziano”, dice Daniela Porro, direttore del Museo nazionale Romano che promuove l’iniziativa. Durante queste quattro serate, infatti, sono accessibili alla visita le antiche aule termali insieme al cosiddetto Chiostro piccolo, cosi’ come il Chiostro grande della Certosa della Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri tradizionalmente attribuito a Michelangelo.

“Mentre e’ in scena, come d’abitudine, la nostra stagione estiva alle Terme di Caracalla- dichiara il sovrintendente del Teatro dell’ Opera di Roma, Carlo Fuortes- accogliamo molto volentieri questa iniziativa che ci lega a un altro bellissimo luogo archeologico di Roma. Il programma ‘Diocleziano all’Opera’ e’ un segno della volonta’ del Teatro di aprirsi alla citta’ e di collaborare con altre importanti realta’ culturali cittadine. Mettiamo in campo i giovani talenti del progetto ‘Fabbrica’ Young artist Program del Teatro dell’Opera di Roma e sono certo che i meravigliosi spazi archeologici delle Terme moltiplicheranno significati e bellezza della musica e del canto”. Il concerto e’ gratuito, l’ingresso e’ consentito con l’acquisto del biglietto del museo, valido tre giorni anche per le altre sedi del Museo nazionale Romano: Palazzo Massimo, Palazzo Altemps e Crypta Balbi. La stagione estiva alle Terme di Diocleziano inaugura anche il nuovo logo del Museo nazionale Romano. L’obiettivo del nuovo sistema di identita’ del Museo nazionale Romano, spiega Porro, e’ comunicare con linguaggio contemporaneo un insieme di musei legati a un contesto storico. Il progetto ha portato allo sviluppo di un logotipo comune, successivamente declinato e adattato ai quattro musei sotto forma di scrittura caratteristica. L’intera immagine coordinata si genera dal logotipo stesso, minimizzando l’utilizzo di segni grafici e conferendo un ruolo centrale alla tipografia che al contempo denomina, caratterizza e decora. Il logo e’ un progetto dello studio Tassinari/Vetta. 

Agenzia DIRE  www.dire.it

 

Visite totali:16
Print Friendly, PDF & Email