CULTURA. DOMANI ALL’ACCADEMIA DEI LINCEI ULTIMA CONFERENZA SU LEONARDO.

(DIRE) Roma, 12 gen. – Domani, lunedi’ 13 gennaio, alle 16,00 all’Accademia Nazionale dei Lincei (via della Lungara 10) settimo e ultimo appuntamento con le Conferenze dedicate a Leonardo da Vinci – a cura dell’Accademia Nazionale dei Lincei e della Fondazione I Lincei per la scuola- con la conferenza del professor Pietro Cesare Marani intitolata “La figurazione del mondo tra analogia e astrazione”. L’unita’ dei processi mentali di Leonardo e’ visualizzata dal suo modo di disegnare e di applicare le stesse modalita’ rappresentative a diversi fenomeni, siano naturali o accidentali. Il suo modo di disegnare, fin dagli inizi, come documentano i suoi disegni piu’ antichi, e’ contraddistinto da una combinazione di elementi naturali e di elementi astratti coi quali egli intende sottolineare il moto, l’aria e la luce. A questo si aggiunga che con l’analogia egli traccia confronti continui in diversi campi del sapere adeguando via via i sistemi rappresentativi ai processi che egli intende descrivere. Cosi’ facendo egli inventa nuovi e piu’ appropriati metodi rappresentativi: la veduta per sezioni orizzontali, la veduta del corpo trasparente, la visione simultanea di uno stesso soggetto da almeno tre punti di vista, sempre intrecciando i risultati acquisiti in un campo del sapere con un altro apparentemente lontano. Il caso piu’ eclatante e’ quello dell’osservazione dei meccanismi osservati in movimento, che sfregando fra loro producono linee incise. L’osservazione scientifica si traduce cosi’ in esperienza e nuovo stile artistico con il tratteggio curvilineo che sottolinea la convessita’ delle forme. Arte e scienza sono rappresentate al massimo grado e strettamente interrelate nei due massimi capolavori dell’artista: il Cenacolo nel Refettorio delle Grazie a Milano e nella Gioconda ora al Louvre. “Figurare e descrivere” e’ quindi il comun denominatore dell’opera di Leonardo che la pagina di Leonardo, nell’inestricabile rapporto fra testo e immagini, e la sua opera dipinta visualizzano al piu’ alto grado.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 101

Potrebbero interessarti anche...