CULTURA. DA CALENDA A DANILO REA, LA SETTIMANA A CASTELLO SANTA SEVERA.

(DIRE) Roma, 3 ago. – Un’altra settimana piena di iniziative e di spettacoli al Festival Sere d’estate al Castello di Santa Severa, spazio della Regione Lazio gestito dalla societa’ regionale LazioCrea in collaborazione con il Comune di Santa Marinella, con la regia di Caffeina Group e Carramusa Group e con la media partnership del Fatto Quotidiano. Dal 4 al 9 agosto tutte le sere, sul palco all’aperto della Spianata dei Signori, alle spalle delle antiche mura affacciate sul mare, si alterneranno tanti personaggi, dalla musica al giornalismo fino alla comicita’, come Danilo Rea, Marco Morandi, Giampiero Mughini, Andrea Purgatori e Roberto Ciufoli. Inoltre, negli spazi della rocca in programma due mostre da non perdere. Tutti gli spettacoli sono all’aperto, con posti a sedere, ed e’ garantito il distanziamento sociale previsto per il contenimento del Covid-19. Gli eventi speciali del Castello di Santa Severa sono sostenuti da Poste Italiane. LE MOSTRE – Sala Pyrgi fino al 13 settembre, ‘Tu parlavi una lingua meravigliosa: quando la canzonetta divenne poesia’ a cura di Giuseppe Garrera e Igor Patruno che per la prima volta, raccontano un’avventura straordinaria della poesia e della canzone italiane degli anni ’60 e degli anni ’70: e cioe’ quel momento in cui poeti e scrittori del calibro di Italo Calvino, Franco Fortini, Pier Paolo Pasolini, Alberto Moravia, cominciano a ragionare intorno alla necessita’ di utilizzare la canzonetta leggera, la musica, il mercato del vinile, per creare prodotti di altissima qualita’ e popolari insieme. Mostra inclusa nel biglietto di ingresso ai musei.

Spazi polifunzionali, sopra il Battistero fino al 27 settembre, ‘Non vogliamo altri eroi’ di Domenico Pellegrino organizzata dalla Fondazione Maimeri a cura di Andrea Dusio. Il Castello diventa ancora una volta uno scenario suggestivo che integra e si integra con le opere esposte, sculture che diventano guerrieri o salvatori di un presente reale pieno di pericoli e insidie che saranno visibili anche come installazioni diffuse all’interno del borgo. Mostra inclusa nel biglietto di ingresso ai musei. GLI EVENTI, DA CALENDA A MUGHINI – Oggi, martedi’ 4 agosto, ore 21 Carlo Calenda, presenta ‘I mostri e come sconfiggerli’. Calenda e’ un dirigente d’azienda e politico italiano, leader di Azione. Viceministro dello Sviluppo economico nei governi Letta e Renzi, e’ stato ministro dello Sviluppo economico nei governi Renzi e Gentiloni. E’ autore de ‘I mostri e come sconffigerli’ (Feltrinelli). Secondo Calenda, negli ultimi decenni “gli italiani si sono assuefatti a un modo di guardare alla politica che li affascina e poi li pietrifica, come se subissero lo sguardo di Medusa, incapaci di tagliare la testa alla Gorgone che incarna i loro vizi”. Alle 22.00 Adrian Fartade presenta ‘Come acchiappare un asteroide’. Il divulgatore scientifico piu’ conosciuto del web guida in un viaggio alla scoperta dei corpi celesti minori. Questo libro parla di asteroidi, meteoriti, proto-pianeti, centauri, troiani, plutini oltre che di comete a corto e lungo periodo. Vi sembrano solo sassi insignificanti che vagano a caso nello Spazio? C’e’ da sognare e da sentirsi girare la testa, quanto basta per lasciarsi trascinare dalla competente e ammaliante affabulazione di Fartade alla scoperta di un filone dell’astronomia finora oscuro, ma dal futuro prodigioso. Mercoledi’ 5 agosto ore 21.00 Giampiero Mughini presenta ‘Uffa: Cartoline amare da un tempo in cui accadde di tutto’. Un piccolo manuale di sana indignazione, una galleria di esercizi per guardare alle sfumature del reale con non comune arguzia Il ritratto di un”Italia Caporetta’ in bilico tra cialtroni ed eroi, divi e bricconi. Per ridere del paese senza infischiarsene.

DA ABBATE A PURGATORI – Sempre mercoledi’ 5 agosto alle 22.00 Lirio Abbate presenta ‘U siccu – Matteo Messina Denaro: l’ultimo capo dei capi’. È il 30 giugno 1988. Un giovane varca le porte del commissariato di Castelvetrano, Trapani. Interrogato come persona informata per un omicidio, dichiara di essere un agricoltore e di non avere nulla di rilevante da riferire. È molto magro, in paese lo chiamano ‘u Siccu’ e sara’ la prima e ultima volta in cui Matteo Messina Denaro, oggi il latitante piu’ pericoloso d’Italia, incontra gli uomini in divisa. E parte da quel giorno, e dal verbale inedito di quelle dichiarazioni, la ricostruzione di Lirio Abbate su l’ultimo dei corleonesi. Giovedi’ 6 agosto, ore 21.00 spettacolo teatrale per famiglie ‘Il gatto con gli stivali’. Puo’ un semplice gatto, con l’astuzia e un paio di stivali diventare ricco e famoso? Certo, che puo’. Ma l’astuzia, il coraggio, la fantasia (e il paio di stivali) nulla possono senza l’aiuto dei bambini del pubblico. La sfida e’ quella di raccontare una favola classica senza cambiare una virgola, ma stupendovi – e stupendoci – con una messa in scena piena di sorprese. Alla fine della favola, torneremo ai due protagonisti, due semplici facchini, stupiti e increduli di quanto hanno creato, tra scatole, pacchi e scatolette. Un carosello di personaggi e burattini, di musica e canzoni, di risate e avventure, in un ritmo crescente ed entusiasmante. Compagnia Teatro Verde – Roma. Venerdi’ 7 agosto Andrea Purgatori ore 20.30 presenta ‘Quattro Piccole Ostriche’. Alpi Svizzere 2019. Nell’albergo di lusso dove vive Wilhelm Lang riceve una lettera inattesa, che apre la porta su un passato che pensava sepolto, quando il suo nome era Markus Graf. Il mittente e’ Greta, la sua amante del tempo, la sua collega quando era una spia della Stasi. Nello stesso momento, a Berlino, un diplomatico russo viene ucciso. A indagare arriva Nina Barbaro, Kriminalhauptkommissar di origine italiana, che non crede che dietro il delitto ci sia l’Isis, nonostante riceva pressioni politiche per chiudere in fretta il caso trovando i colpevoli piu’ comodi. Andrea Purgatori, uno dei piu’ amati sceneggiatori e giornalisti investigativi, fa il suo debutto nel romanzo. Il risultato e’ un grande libro che ricorda i migliori thriller spionistici internazionali.

DANILO REA E MARCO MORANDIAlle 21.30 di venerdi’ ‘Le parole tra i tasti del pianoforte. Danilo Rea in concerto’. Danilo Rea, tra i piu’ grandi jazzisti italiani, con un pianoforte sul palco del Castello. Un incontro per raccontare e raccontarsi dopo questi mesi di vita complicata, e con la sua musica che spazia su piu’ fronti, grazie alla sua estrema capacita’ di improvvisazione e di rilettura delle note. Rea con il proprio strumento, con il quale ha un rapporto quasi d’amore. Introduzione di Raffaello Fusaro. Sabato 8 agosto ore 21.00 Marco Morandi in ‘Chi mi manca sei tu, Omaggio A Rino Gaetano’. In scena una groupie di Rino Gaetano racconta la sua esperienza vissuta accanto al cantautore. Attraverso i suoi racconti scopriamo la vita di uno dei cantautori italiani piu’ amati e discussi, che ha lasciato un patrimonio di canzoni che colpiscono ancora oggi, a distanza di piu’ di 30 anni, per la loro modernita’. Ascolteremo le piu’ belle canzoni di Rino Gaetano interpretate da Marco Morandi, voce del gruppo i RinoMinati che porta in giro per l’Italia la musica e le parole del cantautore calabrese. Scritto e diretto da Toni Fornari e interpretato da Claudia Campagnola e Marco Morandi. Domenica 9 agosto ore 21.00 ‘Tipi’, lo show di e con Roberto Ciufoli. Una cavalcata che ci porta ad analizzare e scoprire i lati piu’ nascosti ed esilaranti dell’essere umano. Che non siamo tutti uguali e’ scontato. Che ognuno di noi abbia anche indoli e predisposizioni diverse, anche. Quello che non e’ affatto scontato e’ il modo di rappresentare tutte queste sfumature: nel suo show il grande mattatore lo fa in maniera esemplare, catturando le diverse sfaccettature di uomini e donne e ironizzando su abissali differenze che li contraddistinguono.

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 151

Potrebbero interessarti anche...