CULTURA. ANTONIO PENNACCHI A COLLEFERRO PER LE CITTÀ DI FONDAZIONE.

1 DICEMBRE LO SCRITTORE PARTECIPA A INCONTRO (DIRE) Roma, 22 nov. – Lo scrittore Antonio Pennacchi sara’ a Colleferro, in provincia di Roma, domenica 1 dicembre per un incontro di sintesi di ‘Colleferro 900’, il programma della Citta’ della Cultura della Regione Lazio 2018. Il palazzo comunale di piazza Italia ospitera’ l’interprete delle vicende legate alle citta’ di fondazione e alle comunita’ che in esse furono insediate, che sara’ intervistato dal giornalista e saggista, Giovanni Masciola, su cio’ che ha rappresentato, per l’Italia della prima meta’ del Novecento, la fondazione di nuove citta’ e l’insediamento, in esse, di comunita’ diverse, provenienti da varie regioni del Paese, che si sono integrate fino a realizzare comunita’ autonome, fortemente identitarie. Pennacchi, in ‘Canale Mussolini’ – il suo libro piu’ conosciuto – rileva la particolarita’ dei caratteri dei coloni, reduci da un’esperienza fortissima, che li avrebbe forgiati per sempre ed avrebbe conferito loro un nuovo modo di essere.

Si parlera’ anche di coloro che hanno reso possibile questo esperimento sociale, tema legato ad un punto cardine del progetto ‘Colleferro 900′, che indaga la storia della comunita’. Luca Calselli, autore e responsabile del progetto, scrive: “L’Agro romano, sulla via Casilina, in cui insistono citta’ storiche come Paliano, Artena, Labico, Valmontone, e’ fortemente influenzato, dal punto di vista sociale e culturale, economico, strutturale, dalla fondazione della citta’ di Colleferro. Le comunita’ dei residenti hanno un nucleo urbano, a cui riferirsi, attrezzato di ospedale, scuole, negozi, uffici, mercato. Non c’e’ piu’ bisogno di andare a Roma. Il lavoro cambia e si arricchisce di nuove opportunita’. L’immissione di forza lavoro specializzata, dalle diverse regioni d’Italia, e di tante nuove famiglie, realizza una societa’ multiculturale che cambia il volto delle comunita’ preesistenti, ma cambia anche il volto delle citta’, talvolta, con qualche strappo”. Ad aprire i lavori sara’ il sindaco di Colleferro, Pierluigi Sanna, mentre l’introduzione sara’ affidata a Luca Calselli e al direttore artistico del progetto, Dario Biello, che parleranno rispettivamente della prospettiva e della forma della citta’. Invitate all’incontro, che si terra’ alle ore 16, le delegazioni delle citta’ di Latina, Sabaudia, Pontinia, Aprilia, Pomezia e Guidonia Montecelio, con le quali Colleferro sta lavorando alla realizzazione di un sistema integrato dei servizi culturali, nell’ottica di una sempre maggiore integrazione di progetti e programmi, tra le citta’ di fondazione del Lazio, favorita dalle azioni cardine promosse della Regione Lazio.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:256
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...