Coronavirus, Speranza: “Ministri Ue d’accordo, i confini restano aperti”.

Il ministro della Salute al termine della riunione con gli omologhi Ue: “Apprezzamento per lavoro dell’Italia, chiudere i voli con Cina non fu un errore”.

ROMA – Tenere aperti i confini, chiuderli sarebbe una misura disappropriata e sbagliata. Lo dice il ministro della Salute Roberto Speranza, annunciando una dichiarazione ufficiale e formale sottoscritta da tutti i ministri al termine dell’incontro avuto con i colleghi di Austria, Francia, Slovenia, Svizzera, Croazia e Germania e il commissario UE alla Salute Stella Kyriakides.

LEGGI ANCHE: In Italia nessuna epidemia, solo due focolai epidemici: ecco le differenze

“Una riunione molto positiva- aggiunge Speranza- che si e’ conclusa con una dichiarazione ufficiale e formale sottoscritta da tutti i ministri che hanno espresso un convinto apprezzamento per il lavoro del governo italiano e danno sostegno pieno all’Italia per la gestione del coronavirus”.

LEGGI ANCHE: No, il coronavirus non è una semplice influenza: la fondazione Veronesi spiega perché

Il ministro della Salute aggiunge: Nessuna modifica per le condizioni di viaggio degli italiani verso l’estero. Questo e’ stato l’impegno preso dagli altri Paesi: condividono che chiudere i confini sarebbe una misura sbagliata. Ci sara’ uno scambio di informazioni permanente, che sara’ utile”.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, adesso la Lega vuol chiudere il Parlamento

Bloccare i voli da e per la Cina non e’ stato un errore. L’Italia non aveva una compagnia di bandiera che aveva voli diretti con la Cina, altri paesi UE si’”, aggiunge Speranza.

Visite:52

Potrebbero interessarti anche...