CORONAVIRUS E VIAGGI D’ISTRUZIONE. CIACCIARELLI (LEGA) SCRIVE AL MIUR: “SI RIMBORSINO ANCHE GITE PROGRAMMATE PER IL DOPO 15 MARZO. FAMIGLIE NON DEVONO ESSERE PENALIZZATE.”

“Sto preparando una lettera da inviare al Miur circa le disposizioni da adottare in merito all’emergenza coronavirus. Ad oggi sono stati sospesi i viaggi d’istruzione fino al 15 marzo, e le quote pagate dagli studenti dovrebbero essere rimborsate stando alle modifiche alla normativa del Codice del Turismo scaturite dall’incontro al ministero sull’emergenza covid 19. Il problema sorge dal 16 in poi. Molte famiglie sono giustamente preoccupate e non inclini a far viaggiare i propri figli con un’emergenza in corso anche dopo il 15 di marzo. In questo caso però non ci sarebbero rimborsi secondo le ultime disposizioni stabilite dal Ministero dell’Istruzione, anzi, penali salatissime da pagare. Facendomi portavoce delle istanze dei genitori ho intenzione di scrivere una lettera per chiedere che vengano rimborsate anche le gite programmate per date oltre il 16 marzo. Non è giusto che per puro buonsenso, alunni e famiglie siano penalizzati.”
Così, in una nota, l’assessore regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli (Lega)
Visite: 53