Coronavirus: Artigiani e partite IVA, chiarimenti sul Decreto Cura Italia.

L’Unione Artigiani Ciociari – Casartigiani Frosinone, alla luce di quanto sta accadendo in Italia da quasi due mesi per il Coronavirus, intende portare all’attenzione dell’opinione pubblica alcuni aspetti che riguardano la nostra categoria e nel contempo chiedono alcuni chiarimenti sul Decreto Cura Italia, Artigiani e partite Iva.

“A seguito dell’approvazione del decreto-legge Cura Italia (dl 18/2020), arrivano dall’Agenzia delle Entrate i primi chiarimenti sulle misure previste per sostenere i lavoratori autonomi in questo periodo di emergenza da Covid-19. Con la circolare n. 6/E del 23 marzo 2020 l’Agenzia ha chiarito che la sospensione dei termini relativi alle attività di controllo e di accertamento e dei termini di impugnazione – introdotta dagli articoli 67 e 83 del dl Cura Italia – vale anche per i procedimenti di accertamento con adesione. Con la risoluzione n. 13/E del 20 marzo 2020 l’Agenzia ha istituito il codice tributo “6914” per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta per botteghe e negozi, previsto dal decreto del 17 marzo 2020. Il codice tributo sarà utilizzabile a decorrere dal 25 marzo 2020. 

Presidente uac Salati Mario

BONUS 600 EURO

Riguardo al Bonus 600 euro, messo a disposizione delle Imprese per il mese di marzo, è stato chiarito che, a partire da lunedì 30 marzo, sarà disponibile la procedura sul Portale INPS per inoltrare la domanda di richiesta dell’indennizzo. Per chi non avesse PIN di accesso, in base alle anticipazioni fornite dallo stesso Istituto, sarà possibile utilizzare un PIN semplificato, il cui rilascio dalla richiesta avverrà in modo veloce ed immediato. 

FONDO ROTATIVO PER IL PICCOLO CREDITO 

La regione Lazio ha dedicato una sezione del Fondo Rotativo per il Piccolo Credito alle Imprese colpite dall’emergenza Covid19. Questo strumento, le cui disposizioni attuative saranno disponibili a partire dalla prossima settimana, ha come obiettivo la concessione di un finanziamento di Euro 10.000 a tasso zero restituibili fino a 5 anni alle Imprese artigiane e piccoli imprenditori la cui costituzione non sia inferiore a 36 mesi. Per l’ottenimento di detto importo le imprese dovranno dimostrare di essere in regola con il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) ed essere in possesso di Firma Digitale.

Mario

CASSA INTEGRAZIONE

In questi giorni si sente parlare molto di Cassa Integrazione visto la situazione in cui si trovano la quasi totalità delle aziende e i dipendenti delle stesse. Con il Decreto Cura Italia sono stati rafforzati questi ammortizzatori sociali. In breve diciamo che sono tre i tipi di Cassa Integrazione

•       CIGO – Cassa Integrazione Ordinaria

•       CIGS – Cassa Integrazione Straordinaria

•       CIGD – Cassa Integrazione in deroga

La prima riguarda le grosse Industrie, la seconda le aziende con più di 15 dipendenti, la terza che ci riguarda più da vicino è utilizzata in caso di particolari crisi come quella attuale ed è stata introdotta proprio per l’emergenza coronavirus per tutte le imprese e attività che hanno fino a 5 dipendenti e per un periodo di massimo 9 settimane. Sono state notevolmente snellite le procedure per l’inoltro delle domande, chiaramente tutte on line, e soprattutto per quella in deroga basta solo la stipula dell’Accordo Quadro tra le parti sociali tra cui la nostra confederazione Casartigiani. Per la Regione Lazio l’accordo è stato già siglato e sono stati stanziati 144 milioni di Euro. La prossima settimana si potrà procedere all’inoltro delle domande alla Regione da parte dei Datori di Lavoro.

 

 

Visite totali:79
Print Friendly, PDF & Email