Coronavirus: al via corso di formazione per docenti su gestione ansia e stress.

ROMA – “I docenti hanno dimostrato di essere per gli studenti mediatori di benessere e attivatori di processi di resilienza. Da quando l’emergenza sanitaria è iniziata, infatti, la scuola si è subito attivata per garantire il diritto allo studio e la prosecuzione delle attività didattiche. La situazione però richiede competenze personali e professionali notevoli”.

È quanto contenuto nel video di presentazione del corso per docenti ‘La gestione dell’ansia e dello stress nelle situazioni di emergenza’ realizzato dall’Istituto di Ortofonologia nell’ambito delle attività promosse dalla Task force per l’emergenza educativa del ministero dell’Istruzione.
Un percorso dunque di formazione per insegnanti, suddiviso in moduli, al fine di fornire strumenti per la gestione delle naturali risposte di ansia e stress che si possono sperimentare a confronto con esperienze difficili come quella che stiamo attualmente vivendo, al fine di sostenere e mantenere vivo il rapporto scuola-studenti e il dialogo educativo tra scuola e famiglia.
L’esperienza d’intervento nell’ambito della gestione degli eventi stressanti e traumatici svolta dall’IdO nell’arco di questi anni ha dimostrato come i docenti possano costituire per gli studenti una grande risorsa, diventando mediatori di benessere e attivatori dei processi di resilienza. La situazione che stiamo affrontando richiede, sia sul piano personale che professionale, l’attivazione di notevoli risorse anche emotive e relazionali oltre alla necessità di valorizzare le capacità adattive necessarie a gestire i cambiamenti che hanno coinvolto la vita quotidiana di ciascuno.
In particolare i docenti sono chiamati a: gestire le difficoltà concrete e logistiche legate all’organizzazione di attività formative a distanza; coniugare ed organizzare tempi e spazi che un tempo erano differenziati ed oggi appaiono sovrapposti; accogliere l’eterogeneità delle richieste, dei vissuti e dei bisogni dei giovani; sintonizzarsi e gestire i propri bisogni e vissuti.
L’iniziativa intende rispondere quindi alle tante richieste che arrivano ogni giorno da coloro che si trovano a confrontarsi con uno strumento, come quello della formazione a distanza, che se da un lato consente di mantenere quel senso di continuità di cui tutti hanno bisogno, dall’altro porta molto spesso a doversi confrontare con il senso di inadeguatezza e le criticità legate all’utilizzo di una risorsa per molti nuova e poco conosciuta in una condizione generale caratterizzata da un notevole cambiamento.
Il percorso formativo si articolerà in due moduli, il primo indirizzato ad evidenziare le implicazioni sia sul piano organizzativo-logistico che emotivo-relazionale che l’emergenza legata alla diffusione del Coronavirus ha avuto per i docenti (con particolare riferimento ai cambiamenti intervenuti nella relazione educativa e nell’alleanza educativa con la famiglia in seguito all’introduzione della didattica a distanza); il secondo più specificamente legato agli strumenti e alle risorse che possono essere messe a disposizione degli studenti al fine di favorire un atteggiamento attivo e consapevole nei confronti della condizione che stanno vivendo, accoglierne, comprenderne e gestire le richieste, i bisogni e i vissuti, spesso estremamente eterogenei, e favorire in loro quella flessibilità, quelle capacità di problem solving e quella creatività necessarie al processo di adattamento.

Il corso è gratuito e le attività saranno svolte in modalità e-learning. Per informazioni e iscrizioni è possibile guardare il video di presentazione e scrivere all’indirizzo sportellodocenti@diregiovani.it.

Visite totali:73
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...