CORONAVIRUS. ABI LAZIO: BANCHE HANNO FRETTA DI AIUTARE FAMIGLIE E IMPRESE.

“ALTRIMENTI NON CI SALVIAMO NEANCHE NOI. AGIRE CON SEMPLICITÀ E RAPIDITÀ” (DIRE) Roma, 8 apr. “La rapidita’ e’ il tema che assolutamente ci deve preoccupare. Affinche’ questa situazione di sospensione della capacita’ produttiva non diventi distruzione della capacita’ produttiva, dobbiamo agire assolutamente con semplicita’ e rapidita’. Anche perche’ le situazioni di liquidita’ non devono trasformarsi in non solvibilita’ che determinerebbero un grosso impatto in termini di nuova sofferenza al sistema bancario. Questa e’ la fretta che anche noi banche abbiamo per evitare che i nostri clienti, famiglie e imprese, abbiano questa trasformazione di liquidita’ in non solvibilita'”. Lo ha detto il presidente della commissione regionale Abi Lazio, Salvatore Pisconti, nel corso di un’audizione nella commissione Attivita’ produttive della Pisana. Il soccorso a famiglie e aziende “e’ una nostra preoccupazione primaria, perche’ altrimenti anche noi banche non ci salviamo. Se non risolviamo il problema delle famiglie e delle imprese in difficolta’, andiamo in difficolta’ anche noi. Questo e’ chiaro a tutti i livelli, fino all’ultimo degli impiegati: siamo sulla stessa barca”. La richiesta pressante che arriva agli istituti di credito e’ quella di lavorare velocemente le pratiche per poi erogare i soldi: “Non tutte le banche sono dotate di sistemi tecnologici che permettono di applicare lo smart working al 70% delle proprie persone. Quando avviene una semplificazione, come quella relativa alla garanzia dello Stato al 100% (dell’importo richiedi bile, ndr) abbiamo il massimo della tempestivita’- ha spiegato- Negli istituti piu’ grandi si attivano dei tool che processano le pratiche quasi in modo automatico e i tempi di risposta possono essere di alcune ore. Quando invece ci sara’ da fare una valutazione di merito creditizio l’iter, che coinvolgera’ anche un parere per il rilascio della garanzia pubblica, potra’ andare avanti in diversi giorni. Come aspetto fortemente positivo c’e’ che la maggiore numerosita’ dovrebbe essere assolta nell’ambito di quegli importi, i 25mila euro che ottengono la garanzia del 100% (dallo Stato, ndr) o fino a 800mila euro, dove le procedure saranno semplificate”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:73
Print Friendly, PDF & Email