CONSUMI. UNAPROL: IN SUPERMERCATI PIÙ SPAZIO A OLIO EVO 100%.

SEGNALE POSITIVO DA COGLIERE, MA SERVE PIÙ TRASPARENZA IN ETICHETTA” (DIRE) Roma, 10 ago. L’olio EVO 100% italiano conquista spazi importanti sugli scaffali della Grande distribuzione organizzata. E’ quanto emerge da una ricerca di mercato realizzata da Ismea che dimostra come, negli ultimi dieci anni, lo spazio dedicato all’olio extra vergine sia esattamente raddoppiato passando dal 13,3% al 26,6%. In crescita anche l’attenzione per DOP e IGP che salgono dal 10,6% al 12,9%, ma aumentano le difficolta’ dei consumatori per identificare le differenze tra tipologie di prodotti e conseguentemente il tempo trascorso davanti allo scaffale: il 59% resta da 2 a 5 minuti, rispetto al 33,8% del 2008. Lo fa sapere una nota. “Sono dati positivi, ma c’e’ ancora tanto lavoro da fare sotto il profilo culturale e sul consumo consapevole- spiega David Granieri, presidente di Unaprol- La strada della qualita’ e della distintivita’ e’ stata intrapresa ed e’ l’unica possibile per essere competitivi e vincenti sui mercati internazionali. Dobbiamo impegnarci anche affinche’ lo strumento di tutela dell’origine, valorizzazione e legame con il territorio diventi sempre piu’ il modello di riferimento della politica agricola UE. Il maggior tempo impiegato per la scelta, invece, puo’ essere imputabile al crescente utilizzo dell’olio EVO come prodotto civetta e soprattutto alla mancanza di trasparenza in etichetta, una battaglia che portiamo avanti da anni per tutelare la salute. I consumatori vogliono saperne di piu’- conclude- e’ necessario quindi migliorare la comunicazione/informazione in tutti i suoi aspetti”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Potrebbero interessarti anche...