COLOSSEO. RESTAURO TOD’S, COMUNE PARTE OFFESA “SOLO PER PRECAUZIONE”.

(DIRE) Roma, 7 giu. – Solo precauzione, ma nessun ruolo propositivo. A quanto apprende l’agenzia Dire da fonti capitoline, e’ questo il motivo per cui il Campidoglio nel marzo 2017 avrebbe deciso di dichiararsi parte offesa nell’inchiesta sulla sponsorizzazione del Colosseo targata Tod’s, nel caso in cui dall’eventuale processo emergessero illeciti. Una posizione rivelata oggi dallo stesso Codacons, che ha ricordato che la decisione del gip sulla richiesta di archiviazione del procedimento e’ attesa per domani. Se si decidera’ per la chiusura dell’inchiesta, decadra’ anche la posizione del Campidoglio, mentre se si andra’ avanti e se un ipotetico processo dovesse rivelare elementi negativi sulla procedura di sponsorizzazione, in quel caso Roma Capitale risulterebbe parte offesa “perche’ ne sarebbe colpita la citta'”. L’inchiesta della magistratura sulla sponsorizzazione e’ scaturita da un esposto fatto dal Codacons. L’associazione dei consumatori aveva anche fatto ricorso alla Giustizia amministrativa, ma sia Tar che Consiglio di Stato rigettarono i ricorsi perche’ non riconobbero nel Codacons un soggetto portatore di interesse. Tuttavia, “accogliendo le richieste del Codacons”, spiega una nota dell’associazione, la magistratura “ha aperto una indagine per i reati di truffa e turbata liberta’ degli incanti. Successivamente, in data 19 gennaio 2018, il sostituto procuratore (Laura Condemi) ha formulato al giudice per le indagini preliminari richiesta di archiviazione, richiesta cui il Codacons ha presentato opposizione e che domani verra’ decisa dal gip”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 37

Potrebbero interessarti anche...