COLOSSEO. DOPO 40 ANNI RIAPRE ATTICO, ECCO NOVITÀ PERCORSO DA 1 NOVEMBRE.

(DIRE) Roma, 3 ott. – Una vista mozzafiato su Roma, un’esperienza unica che soltanto il Colosseo puo’ regalare. Dopo piu’ di quarant’anni, riaprono al pubblico il quarto e il quinto anello dell’Anfiteatro Flavio, i due livelli a 40 metri di altezza dal piano dell’arena che durante gli spettacoli erano destinati alla plebe. Dal primo novembre si amplia cosi’ il percorso di visita del monumento “simbolo di Roma nel mondo”, un nuovo itinerario che attraverso scale e gallerie mai aperte al pubblico conduce all’attico, il punto piu’ alto del Colosseo.


Gli interventi di restauro che hanno consentito l’apertura del nuovo itinerario sono costati alla Soprintendenza speciale 1,4 milioni di euro, e hanno riguardato il ripristino della galleria intermedia, per una lunghezza totale di 160 metri, e la messa in sicurezza del quarto e quinto livello, oltre al restauro di circa 700 metri quadrati del terzo, dove fino a oggi finiva il percorso di visita. “Oggi e’ una giornata importante”, ha detto il ministro Franceschini, che ha inaugurato le visite ai piani alti del Colosseo insieme al direttore ad interim, Federica Galloni, alla responsabile dell’Anfiteatro, Rossella Rea, e al direttore tecnico, Barbara Nazzaro. “È stato fatto un restauro importante che restituisce la fruizione di un pezzo importante del monumento- ha detto il ministro- e regala una vista incredibile sul Colosseo e su Roma che tutti ricorderanno come una delle cose piu’ belle della vita”. IL PERCORSO – Il nuovo percorso, consentito per ragioni di sicurezza con una guida e per gruppi di massimo 25 persone, comincia con l’attraversamento dell’unica galleria conservata per un ampio tratto come in origine. Si tratta di uno spazio con copertura a volta destinato allo smistamento del pubblico dove erano collocati anche i servizi igienici, di cui resta traccia.


Posta tra il secondo e il terzo livello, la galleria finora non e’ mai stata aperta al pubblico e per il Colosseo presenta un ulteriore unicum, visto che il restauro ha riportato alla luce intonaci bianchi con segni di colore. Lungo il percorso, la cui illuminazione riproduce quella usata durante gli spettacoli, sono visibili anche blocchi di travertino che risalgono al restauro del monumento eseguito sotto i Severi, dopo l’incendio del 217 dopo Cristo. In origine nascosti dall’intonaco, hanno messo in luce le scritte realizzate con colore rosso dai cavatori del travertino, estratto nelle vicine cave di Tivoli. I PIANI ALTI – Dalla galleria si accede al terzo livello, gia’ visitabile dal 2010 e con affaccio unicamente verso l’arco di Costantino. Adesso, invece, il cammino prosegue seguendo la linea della controfacciata dell’Anfiteatro, che sovrasta il percorso con i suoi 15 metri d’altezza. La suggestione dell’imponenza del Colosseo e’ ancora piu’ accentuata quando si arriva al quarto e al quinto livello, quelli destinati alla plebe. “Da qui potevano assistere agli spettacoli- ha raccontato Rea- ma anche se avevano una visione complessiva dell’arena, erano troppo in alto per vedere nitidamente quello che accadeva”. Alla plebe era dunque destinato il piano piu’ alto, il quinto livello, mentre “il quarto era riservato alla piccola borghesia, come i commercianti, il terzo a una borghesia piu’ ricca- ha detto ancora Rea- il secondo ai cavalieri e il primo ai senatori, che sedevano su una specie di troni in marmo”.


LE MODALITÀ DI VISITA – Dal primo novembre saranno attive le visite guidate. Partiranno dalla mostra ‘Colosseo. Un’icona’, a introduzione alla storia del monumento, per raggiungere poi la sommita’ dell’Anfiteatro. Dal 4 al 31 ottobre alle ordinarie visite guidate ai sotterranei e al piano dell’arena si aggiungera’, su richiesta, l’accompagnamento al quarto e quinto ordine. Le visite saranno possibili in gruppi di massimo 25 persone, accompagnati da archeologi e storici dell’arte, e dureranno 75 minuti. Nove euro il costo del biglietto intero (gratuito per i bambini al di sotto dei 12 anni di eta’ accompagnati dai genitori) per la visita guidata a prenotazione obbligatoria, cui si aggiunge quello di ingresso al Colosseo Palatino-Foro romano.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 26

Potrebbero interessarti anche...