COLOSSEO. BERGAMO: CON FRANCESCHINI INCONTRO INTERESSANTE, A SETTEMBRE CI RIVEDREMO.

“MINISTRO DISPONIBILE A RIVEDERE ACCORDO VALORIZZAZIONE” (DIRE) Roma, 2 ago. – Un incontro “interessante” che ha visto “la disponibilita’ del ministro” a discutere sui temi del patrimonio culturale di Roma. A dirlo e’ il vicesindaco, Luca Bergamo, lasciando il Collegio romano dopo essere stato ricevuto dal ministro Franceschini. Cuore del confronto, “la nostra richiesta e’ di ridiscutere l’accordo di valorizzazione che era stato raggiunto gia’ dall’amministrazione capitolina guidata da Marino e dal ministero dei Beni culturali- spiega Bergamo ai cronisti- e soprattutto di rivedere il documento da cui derivava l’accordo di valorizzazione, cioe’ il risultato della commissione Volpe, perche’, come ho detto piu’ volte, noi intendiamo interpretare l’area della citta’ che va dal Basamento Aventino, che abbiamo aperto oggi, fino a Monti, come una grande area di libera circolazione, in modo da avere al centro della citta’ un nostro Central park. Su questo ho trovato disponibilita’ del ministro”. Durato poco piu’ di mezz’ora, il confronto, che era stato richiesto dal Campidoglio, “riprendera’ a settembre- dice ancora Bergamo- mi pare che ci sia la volonta’ comune di riprendere i lavori che erano stati fatti dalla commissione Volpe con un nuovo organismo, per esplorare la possibilita’ di andare in questa direzione”.

Oggi pero’ “non si e’ parlato di risorse”, puntualizza il vicesindaco di Roma, che alla domanda se si ritiene soddisfatto risponde cosi’: “E’ sempre un sentimento misto: c’e’ un altro terreno che e’ piu’ complesso e che riguarda l’obiettivo di avere un organismo unitario di gestione del patrimonio culturale su tutta la citta’, che e’ oltre questo specifico tema di cui abbiamo parlato oggi e su cui mi pare abbiamo trovato l’avvio di un percorso comune. Mi pare ci siano i termini per un confronto tra il Governo e la citta’ intorno a una interpretazione di quell’area centrale che corrisponde a questa idea di un grande spazio di fruizione pubblica, non solo al servizio del turismo. Fermo restando- dice- che nella mia idea i grandi attrattori turistici dovrebbero rimanere a ingresso a pagamento, parlo del Colosseo e del Palatino, ma tutto il resto dovrebbe essere normalmente attraversabile da chiunque. Questo mi sembra un passaggio importante e lo verificheremo lungo il percorso”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 27

Potrebbero interessarti anche...