CODICE ROSSO. GRASSO: EMENDAMENTO PER PUNIRE CHI INSULTA E MINACCIA SU WEB.

NO DELLA MAGGIORANZA MA LO RIPROPORREMO MARTEDÌ IN AULA SENATO (DIRE) Roma, 13 lug. – “‘Cagna’, ‘Muori’, ‘Ti stupro’, ‘Troia’. Inviti allo stupro, minacce di morte, insulti volgari. Ogni giorno contro le donne, solo perche’ donne. Se per la maggioranza questa e’ una battaglia da combattere solo a parole, per me e’ una battaglia di civilta’ da vincere con i fatti”. Lo scrive su facebook il senatore Leu Pietro Grasso, che aggiunge: “Insieme a tutte le forze di opposizione abbiamo chiesto di introdurre un nuovo reato che punisce penalmente chi commette o istiga a commettere discriminazioni di genere, anche sui social e in rete”. Questo, prosegue, “e’ il testo dell’emendamento al ‘codice rosso’ presentato in commissione Giustizia. Una proposta semplice e concreta, su cui tutti dovrebbero essere d’accordo. Pensate che sia stato preso in considerazione dalla maggioranza? No! Ma noi lo riproporremo in Aula e lo faremo votare martedi'”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 41

Potrebbero interessarti anche...