“CLAAI Assimprese”: EMERGENZA ARTIGIANATO ed IMPRESE FAMILIARI!

Ivan Simeone (“CLAAI Assimprese”): Immettere liquidità e varare subito un piano per le piccole attività familiari ed artigiane del territorio.

Se prima la situazione delle imprese artigiane non era delle più felici, ha dichiarato Ivan Simeone, direttore e legale rappresentante della “CLAAI Assimprese Lazio Sud”, Associazione di categoria dell’artigianato e delle piccole e medie imprese, oggi con la crisi in atto siamo in profonda emergenza.

Nella provincia di Latina il 18,4% del totale delle imprese sono dell’artigianato e se nel 2019 le statistiche ci davano una timida speranza di ripresa, oggi, continua Ivan Simeone, il rischio per le micro imprese locali ed a conduzione familiare è molto alto.

Secondo i dati dell’Ufficio Studi della CGIA di Mestre pubblicati in questi giorni, il fatturato delle imprese artigiane a livello nazionale rischia di essere compromesso. Secondo l’analisi la stima delle perdite di fatturato causato dalla chiusura da COVID-19 ammonterebbe almeno a 7 miliardi di euro.

Maggiormente penalizzati i servizi alla persona (acconciatori, benessere, estetiste…), settore edilemanifattura.

Dopo questo “tsunami” sociale ed economico, evidenzia Ivan Simeone della “CLAAI Assimprese”, molte micro attività artigianali rischiano di non aprire più o, quantomeno, di essere sommerse da nuove procedure digitali cui non erano ancora pronte. Aggiungiamoci poi il problema degli affitti e della pressione fiscale in momenti di chiusura forzata e di mancanza di liquidità, e siamo in piena emergenza.

Solo nella Regione Lazio (analisi CGIA Mestre) si conta una perdita di fatturato mensile pari a circa 462 mln di euro, pari a un -3,8% rispetto al totale annuo. Dal DPCM dello scorso 12 marzo sono rimaste chiuse il 57,5% .

Un mondo, quello dell’artigianato, che ha distinto (e che tuttora distingue) il nostro Made in Italy che vede un trend nazionale negativo: negli ultimi dieci anni (2009-2019) hanno chiuso ben 178 mila attività. Nel Lazio vie è un saldo (2009-2019) di -6,7% pari a 6.800 imprese artigiane in meno.

I dati della CGIA di Mestre ci mettono in allarme e bisogna attivare, da subito, delle iniziative reali e concrete a sostegno del settore nella nostra provincia. La Regione Lazio, evidenzia Ivan simeone, ha dato una prima risposta concreta e reale con l’intervento di Fare Lazio e la moratoria regionale, ma la strada è lunga ed il problema non è quello di “offrire prestiti” ma trovare il modo di “immettere liquidità” per la riapertura delle tante micro attività familiari e partite IVA oggi le più penalizzate.

Se la situazione non migliorerà entro la fine del prossimo mese di maggio, si legge nello studio della CGIA di Mestre, è verosimile che entro quest’anno il numero complessivo nazionale delle aziende artigiane scenderà di almeno 300 mila unità, con una consistente perdita di fatturato, senza poi considerare l’indotto ed i posti di lavoro (famiglie) che andranno persi. La crisi del settore e la caduta verticale dei consumi delle famiglie sono letali.

Un cambiamento radicale sicuramente vi sarà. Nuove attività si imporranno sul mercato come tutte quelle attività artigiane legate al web e digitalizzate. Molti antichi mestieri sono a rischio di scomparsa e, conclude il Direttore della “CLAAI Assimprese” Ivan Simeone, bisogna necessariamente, con urgenza, aprire un confronto propositivo, reale e serio con le tutte le Istituzioni locali.

 

CLAAI Assimprese Lazio Sud

Ivan Simeone

Direttore e Legale Rappresentante

“CLAAI Assimprese Lazio Sud”

Uff. 0773.624262

Sportello servizi – Via Gran Bretagna 22 04100 Latina

 

 

Le informazioni contenute nella comunicazione che precede possono essere riservate e sono, comunque, destinate alla persona o all’ente sopraindicati. La diffusione, distribuzione e/o copiatura non autorizzata del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto è proibita. La sicurezza e la correttezza dei messaggi di posta elettronica non possono essere garantite. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di contattarci immediatamente. Grazie.

Mail priva di virus. www.avast.com
Visite totali:81
Print Friendly, PDF & Email