CIACCIARELLI (LEGA):” LA REGIONE PAGHI I SAL ALLE IMPRESE APPALTATRICI FERME NON PER COLPA LORO.”

“Ho scritto a Nicola Zingaretti  sottoponendogli la delicata questione  del rallentamento della produttività dei cantieri in corso. Tale situazione può incidere significativamente sulla condizione finanziaria di imprese che hanno assunto impegni giuridicamente vincolanti con la Regione Lazio, e una crisi di liquidità di detti operatori può senz’altro comportare il mancato pagamento di fornitori e lavoratori. Sarebbe una operazione di buon senso, oltre che di vicinanza alle Imprese in questa fase, compiere ogni azione che possa supportare il sistema produttivo, al fine di evitare per quanto possibile il fermo dei lavori e in ogni caso creare i presupposti per un rapido ed efficace riavvio degli stessi, non appena le condizioni di diffusione della pandemia lo permetteranno. Premesso quanto sopra, è importante che subito e per stati di avanzamento lavori, servizi e forniture a tutto il 30 giugno p.v., gli uffici regionali, ognuno per quanto di propria competenza, provvedano all’emissione degli stessi SAL, e alla relativa liquidazione, anche per importi inferiori alla rata minima per pagamenti in acconto prevista dai contratti/capitolati, a condizione che l’importo contabilizzato sia pari almeno al 50% della rata minima prevista. Richieste di pagamento riguardanti importi contabilizzati inferiori al 50 % della rata minima prevista, potrebbero comunque essere valutate sulla base di motivate istanze formali da parte dell’appaltatore. Per contratti in cui è prevista una contabilizzazione con cadenza temporale, la periodicità potrebbe essere ridotta della metà. Bisognerebbe, altresì, provvedere al pagamento delle fatture emesse per lavori, servizi e forniture, senza attendere la scadenza di trenta giorni dalla data di emissione dei certificati di pagamento; una simile iniziativa è stata già messa in atto da ANAS, proprio allo scopo di fornire un utile contributo alle Imprese appaltatrici, che già comunque avevano anticipato le spese, alle quali mancava pochissimo, prima del DPCM Covid-19, per raggiungere i vari SAL e quindi essere liquidate.”
Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli (Lega)

Visite totali:70
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...