CHIESA. SINODO, ACLI: GIOVANI PROTAGONISTI DI UNA NUOVA SOCIETA’.

(DIRE) Roma, 12 ago. – “È tempo di metterci tutti in cammino, come hanno fatto i giovani delle diocesi italiane giunti a Roma per mille strade con un unico obbiettivo: chiedere di essere i protagonisti del futuro. L’importante e’ non demoralizzarsi, fermandoci a quelli che sono i problemi della quotidianita’, ma trovare sempre nuova linfa per andare avanti”. È quanto si legge in una nota delle Acli. Papa Francesco “come farebbe nostro padre, ha ascoltato i dubbi e le incertezze di una generazione che sembra gia’ rassegnata, e l’ha spronata a testimoniare la fede nel mondo e a credere nei propri sogni, perche’ i sogni sono un dono di Dio e sono capaci di trasformare il mondo- continua- Crediamo sia un messaggio rivolto non solo ai giovani, giunti a Roma per questo appuntamento che prepara il grande Sinodo di ottobre dedicato a loro, ma anche agli ‘adulti’, a coloro che in qualche modo devono fare spazio indicando la strada giusta, trovando il modo di essere guide sicure affinche’ due generazioni tornino a dialogare”. E ancora: “Raccogliamo, come Giovani delle Acli, la sfida che Papa Francesco ha lanciato e la portiamo all’Incontro nazionale di studi, il tradizionale appuntamento formativo che le Acli organizzano quest’anno a Trieste dal 13 al 15 settembre, dove il tema centrale e’ quello di animare le citta’ ricucendo proprio due fratture, quella territoriale e quella generazionale. L’azione sociale che dobbiamo portare avanti unita all’impegno nel mondo del lavoro devono essere i primi pilastri di una societa’ piu’ giusta, costruita sui sogni di cui ci parla Papa Francesco, sogni fecondi perche’ pensano a tutti e solo cosi’ sono capaci di seminare fraternita’ e pace”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Potrebbero interessarti anche...