CASSINO. BONAFONI: CITTADINANZA ONORARIA SEGRE SEGNALE FORTE E NECESSARIO.

Marta Bonafoni

NON E’ POSSIBILE VOLTARE – ANCORA UNA VOLTA – LE SPALLE (DIRE) Roma, 10 nov. – “In questi giorni sono molteplici le polemiche, anche sul piano politico, sulla triste vicenda legata a Liliana Segre, costretta a vivere sotto scorta all’eta’ di 89 anni. Una vergogna per un paese civile e democratico. In questa desolazione politica e umana, fatta di negazioni, insulti e propaganda, la proposta lanciata del sindaco della Citta’ di Cassino, Enzo Salera, per il conferimento della cittadinanza onoraria alla senatrice a vita e’ un segnale forte che va nella direzione giusta. Servono risposte capaci di rinnovare i principi cardine della nostra nazione, frutto del nostro passato. In quest’ottica l’idea, condivisa con il territorio, assume ancor piu’ rilevanza. Come ricordato dal sindaco: Liliana Segre e’ un simbolo nel mondo, come lo e’ la citta’ di Cassino che ha conosciuto la distruzione e le follie dei sovranismi. Nell’agenda di tutte le istituzioni deve esserci un obiettivo: combattere questo clima d’odio. Gli input che quotidianamente riceviamo sono allarmanti, non e’ possibile voltare – ancora una volta – le spalle”. Cosi’ in una nota la consigliera regionale del Lazio Marta Bonafoni, capogruppo della Lista Civica Zingaretti.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 84