CALVI DELL’UMBRIA: ANNULLATE LE MANIFESTAZIONI STORICHE PER LA FESTA DI SAN PANCRAZIO.

I SIGNORINI POSTICIPANO DI UN ANNO

Il sindaco Guido Grillini:

 “L’Amministrazione Comunale sta studiando una serie di iniziative

che dovranno essere seguite solo ed esclusivamente da casa in diretta Facebook.

Saranno eventi minimali ma resterà intatto il significato emotivo per tutti i calvesi”.

CALVI DELL’UMBRIA La tradizionale festa patronale dedicata a San Pancrazio è stata annullata. A comunicarlo è il sindaco di Calvi dell’Umbria Guido Grillini:

“Sono molto dispiaciuto, ma devo comunicare che la festa di San Pancrazio, evento che sta molto a cuore a tutti i calvesi, è stata annullata.  Siamo nel periodo dell’emergenza del Coronavirus e dobbiamo rispettare le regole. Ho aspettato che fosse emanato l’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per vedere se ci fosse stata un minimo di possibilità ma purtroppo, anche con questo Decreto che entra in vigore dal 4 maggio, le restrizioni sono rimaste pressoché identiche. Di fatto è stato ribadito il divieto agli assembramenti in luogo pubblico o privato ed è stato confermato il distanziamento sociale. Sono queste, due cose che non si sposano affatto con la nostra festa di San Pancrazio, per lo meno per come noi l’abbiamo sempre vissuta, per come ci è stata tramandata e per come vorremmo tramandarla. Da considerare infatti che solo il corteo storico rappresenta di per sé un assembramento di persone, per non pensare poi all’aggiunta del pubblico.

Di fatto ho emanato un decreto con il quale ho annullato i festeggiamenti e le manifestazioni storiche per la festa di San Pancrazio 2020. Il mio pensiero primo – ha detto inoltre il sindaco Grillini è andato ai Gonfalonieri e ai ‘Signorini’ – (i bambini vestiti da soldato romano che impersonano San Pancrazio, martirizzato all’età di 14 anni) –  che in questo anno 2020 avrebbero dovuto onorare il Santo. Sono anni che aspettano questo momento e non volevo cancellare questo loro sogno anche se a causa di un qualcosa che non dipende da noi. Quindi ho pensato di posticipare le iscrizioni di un anno per dare modo a tutti di vivere appieno la festa di san Pancrazio. Tutti i Signorini e i Gonfalonieri iscritti nell’anno 2020 di fatto saranno, d’ufficio, iscritti per l’anno 2021 e di conseguenza a partire dal 2021 tutte le iscrizioni dei Signorini e dei Gonfalonieri saranno traslate di un anno in avanti. Ho emanato anche un’altra deroga per i Signorini che con questa posticipazione si dovessero trovare a superare l’età dei 13 anni, soglia limite imposta dal regolamento. Nello stesso decreto in deroga al regolamento che lo prevede, coloro che, nel prossimo anno, li avessero già compiuti da qualche mese, potranno comunque fare il Signorino nell’anno di spettanza.

Speravamo tutti noi in una apertura che ci avesse permesso di festeggiare il nostro Patrono ma non è stato possibile. Cercheremo di ovviare con degli eventi minimali ma non per questo di minor significato emotivo per i calvesiL’Amministrazione comunale infatti sta studiando una serie di iniziative da svolgere nelle date canoniche delle festività (11,12 e 13 maggio) che i cittadini potranno e dovranno rigorosamente ed esclusivamente seguire dalle proprie case mediante Facebook e in diretta streaming.

Invito quindi tutti a non presenziare a questi eventi poiché non dobbiamo creare assembramenti. Dobbiamo rispettare le regole poiché dobbiamo evitare, un domani, di entrare come Comune in zona rossa”.

A breve il Primo cittadino comunicherà gli eventi da seguire rigorosamente in diretta Facebook per ricordare la festa di San Pancrazio che si celebra ininterrottamente dall’anno mille.

Calvi dell’Umbria, 3 maggio 2020

 

     dott.ssa Maria Rita Parroccini

                         giornalista

               

Visite: 90

Potrebbero interessarti anche...