Cuncone bbeglie

Poesia di Giuseppe Coppotelli

Luntane centu miglia tu so ruviste

in casa du frasteru a ffà gli unuri;

puru si purtavi rosu i ffiori

in faccia tu so lettu ch’iri tristu.

Cuncone bbegli m’ha unutu da dici

battutu t’hau  -pu’  la ciuciarella

in pucundria è rimasta, porella!

i smissu ha i reregli da bunudici.

di Giuseppe Coppotelli di Ferentino.

Visite: 121