CALCIO. MALAGÒ: MENO INCIDENTI? PASSO AVANTI, MA ANCORA NON BASTA.