Cala il sipario sulla Triennale di Roma 2017.

Il 22 aprile si è conclusa l’esposizione Internazionale” Triennale delle arti visive di Roma ” dislocata in tre location molto importanti: il Vittoriano – Ala Brasini, Palazzo Velli Expo e il Museo Fondazione Venanzo Crocetti. Numerosissimi i visitatori e gli addetti ai lavori; critici d’arte, collezionisti, galleristi, giornalisti, appassionati d’arte e turisti.

L’evento curato da Gianni Dunil e Stefania Pieralice ha visto impegnati nel ruolo di presentazione della mostra Vittorio Sgarbi, che ha curato il catalogo, Achille Bonito Oliva e Daniele Radini Tedeschi.Molti gli ospiti illustri:Renzo Arbore, Michele Mirabella, Rita Dalla Chiesa, e tanti altri…televisioni nazionali, grandi testate italiane e straniere, i più importanti

telegiornali e trasmissioni d’informazione e di cultura hanno riportato l’avvenimento ricco di novità e di grande spessore artistico.

Invitato ad esporre una sua opera un nostro conterraneo, il M° Piero Ricci di Piglio, noto pittore e scultore che negli ultimi anni ha oltrepassato le frontiere di tutto il mondo con la sua arte, esponendo nei luoghi più importanti come il Museo del Louvre di Parigi.

Artista poliedrico e solitario, conduce da anni la sua ricerca artistica dando luce a numerosi stili di notevole fattura e profondità spirituale, appassionando i critici d’arte più noti dell’universo artistico italiano e oltre.

Ha ricevuto 113 premi nazionali e internazionali, presente sui cataloghi d’arte più prestigiosi e riviste di settore, è senza ombra di dubbio una figura di spicco della nostra provincia.Un figlio che orgogliosisce questa terra magnifica, che spesso viene messa nell’ombra!

L’opera esposta al Museo Crocetti, del M° Ricci, bene si è collocata

in uno dei luoghi espositivi più belli di Roma.

Molti i complimenti al M° Ricci da persone di cultura e noti galleristi.

Un sincero augurio a Piero con cui collaboro da 3 anni, con la speranza che anche qui in ciociaria abbia la possibilità di esprimersi e mostrare la sua arte nei

luoghi espositivi delle città più importanti, e abbattere così il detto” Nemo propheta apcetus est in patria”.

Chiara Capomaggi

Visite totali:20
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...