CACCIA; ABBRUZZESE (FI): CALENDARIO VENATORIO SODDISFA IN PARTE ESIGENZE TERRITORI.

CACCIATORE(1)“Ci si aspettava certamente di più dal calendario venatorio emesso tramite decreto dal presidente della giunta regionale, Nicola Zingaretti. Infatti, nonostante i proficui dibattiti in VIII commissione, è un provvedimento che soddisfa solo in parte le reali esigenze delle associazioni venatorie. Sarebbe stato più opportuno fare più attenzione alle richieste dei singoli territori. Inoltre, si era discusso, sempre in sede di commissione della pre apertura della stagione venatoria, ma nell’atto emanato dal governatore non vi alcuna traccia di questa eventualità”. Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, vice presidente della commissione Attivita produttive ed agricoltura.

“La stagione avrà inizio il 20 settembre 2015 e terminerà il 31 gennaio 2016. Non ci sarà, come detto, la pre apertura, che l’assessore Ricci aveva detto di espletare in una giorni o due, venatoria. Inoltre, come diversamente pattuito in VIII commissione non sono state nemmeno aumentate le giornate destinate alla caccia al cinghiale. Siamo, dunque, di fronte ad un calendario monco e che vede le principali richieste avanzate dalle associazioni venatorio in gran parte estromesse dal provvedimento.

Auspico ancora una volta che la prossima volta ci siano più affinità tra quanto viene concordato, anche con i rappresentanti dei territori, e quanto poi effettivamente viene predisposto in termini legislativi. Purtroppo, pur di non rischiare ci si accontenta di un risultato mediocre: sicuramente vista anche la disponibilità del mondo dell’associazionismo si poteva avere una regolamentazione più omogenea, strutturata e corrispondente al 100% con le aspettative del settore”. Ha concluso Abbruzzese.

Visite: 46