BUONA LA PRIMA DEL FROSINONE.

Stadio Piola, si gioca la prima del campionato di serie B:  Pro Vercelli-Frosinone, arbitrata da Illuzzi di Molfetta. Grassadonia manda in campo: (3-5-2) : Nobile; Legati, Jidayi, Konate; Berra, Germano, Vives, Altobelli, Mammarella; Firenze, Morra. Longo risponde con (3-4-2-1) Bardi; Terranova, Ariaudo, Krajnc; Paganini, Gori, Sammarco, Crivello; Ciano, Dionisi; D. Ciofani. Prime schermaglie e subito il Frosinone parte con il piede giusto al 16° Dionisi porta in vantaggio la squadra ciociara; gran recupero dell’attaccante ciociaro, dopo un errore difensivo di Konate, destro imprendibile sotto la traversa, nulla può fare Nobili. Il Frosinone con il palleggio cerca subito di addormentare la partita, la Pro Vercelli si spinge in avanti e si espone ai pericolosi contropiedi della squadra giallazzurra. Morra è quello che impensierisce di più, in questi primi minuti, la difesa canarina. Il Frosinone ci prova con tiri di Ciano, Ciofani e lo stesso Dionisi ma Nobili fa buona guardia. I ritmi della gara sono bassi perchè le squadre risentono del caldo soffocante e della preparazione che è ancora al top. Nel secondo tempo la Pro Vercelli cerca il pareggio con tiri Morra, Germano e Mammarella. Legati più volte atterra Dionisi che per due volte viene soccorso dai sanitari, al 57° all’ennesimo fallo di Legati, non sanzionato dall’arbitro, forse reagisce e viene espulso con rosso diretto da Illuzzi, poco chiara la circostanza dell’espulsione. Il Frosinone rimane in 10 e la Pro Vercelli prova di tutto per pareggiare con tiri Morra e di Polidori appena subentrato a Germano, il Frosinone si difende bene lasciando come prima punta Ciano e facendo arretrare Ciofani.  All’83° azione personale di Paganini che entra in area e lascia partire un bolide che si insacca sotto la traversa. La Pro Vercelli non si scompone e tenta nei minuti finali di accorciare le distanze, ma il Frosinone si difende bene e porta i tre punti a casa. La seconda partita con il Cittadella si gioca ad Avellino.

Visite:70