BUON PAREGGIO DEL FROSINONE

frosinone-fiorentinaAl Matusa termina 0-0 l’incontro fra Frosinone e Fiorentina. E’ un buon pareggio per gli uomini di Stellone contro i gigliati e diciamo subito che i canarini avrebbero potuto, da come si è sviluppata la partita, sia perdere che vincere questo incontro. Arbitra il signor Valeri di Roma  e Stellone presenta tre cambi rispetto alla scorsa settimana: M. Ciofani per lo squalificato Rosi ed i rientri di Blanchard e Paganini. La partita inizia su buoni ritmi ed al 13′ Ilicic da buona posizione conclude debolmente tra le braccia di Leali. Al 24′ Gucher subentra all’infortunato Frara, al 25′ ammonito Ajeti e al 26′ tiro da fuori di Kragl parato. Al 30′ ammonito Marcos Alonso, al 31′ splendido lancio di Gucher per Kragl che in diagonale conclude fuori. Al 32′ è ancora Gucher, ottimo il suo impatto nella partita, che pesca Kragl solo in area che però al volo di sinistro conclude alto. Al 35′ e al 36′ ammoniti rispettivamente Gori e Roncaglia. Al 44′ Kalinic è solo davanti a Leali ma il suo tiro a botta sicura è respinto in spaccata da un grandissimo Blanchard. Nel primo e ultimo minuto di  recupero concesso dall’arbitro Valeri vi è una colossale occasione da goal per la Fiorentina: tiro di Kalinic che colpisce il palo, riprende Borja Valero a cui si oppone miracolosamente Leali, riprende ancora Borja Valero ma la sua conclusione si stampa sulla traversa. La ripresa inizia senza cambi e al 4′ viene ammonito Astori. Al 10′ colpo di testa ravvicinato di Vecino  e Leali risponde miracolosamente in tuffo. La Fiorentina attacca a pieno organico, tra il 15′ e il 16′ ci sono ancora due parate di Leali su tiri di Bernardeschi e Kalinic. Al 18′ Tello subentra a Bernardeschi e al 20′ Badelj dal limite conclude alto. Al 26′ lo stesso Badelj è sostituito da Zarate mentre al 29′ Tonev subentra a D. Ciofani. Al 31′ su un disimpegno errato della difesa gigliata Paganini serve Tonev il cui tiro è respinto dal portiere. Al 35′ ammonito Kalinic. Al 36′ gran tiro da fuori di Kragl che colpisce la traversa a portiere battuto e Tonev non riesce a ribadire il pallone in rete. Al 39′ Tonev in contropiede conclude fuori in diagonale quando avrebbe potuto servire Kragl solo davanti al portiere. Al 41′ Babacar subentra ad Ilicic, al 44′ Pryima subentra a M. Ciofani colpito da crampi e al 47′ ancora Blanchard si immola a respingere una gran conclusione di Roncaglia. Triplice fischio di Valeri a sancire lo 0-0 finale. E’ stata una partita molto bella nella quale il Frosinone con la solita grande generosità di quando gioca al Matusa è riuscito a sopperire alla evidente inferiorità tecnica. Il pareggio tutto sommato è giusto perchè se è vero che alla fine del primo tempo la Fiorentina ha avuto quella occasionissima nel secondo tempo in quella stessa porta l’incrocio dei pali ha negato il goal al Frosinone.Tra i canarini migliore in campo in senso assoluto Blanchard autore di una prestazione eccezionale e con lui il portiere Leali autore di alcuni splendidi interventi, fenomenale soprattutto sul colpo di testa di Vecino. Due parole è giusto spenderle anche per Gucher che ha dimostrato oggi di essere ancora utilissimo a questa squadra. L’austriaco naturalizzato ciociaro è l’unico tra i centrocampisti di Stellone ad avere un’ottima visione di gioco oltre ad essere in grado con i suoi lanci a mettere in condizione gli attaccanti di puntare a rete. La lotta salvezza è sempre più incerta. Il Carpi oggi ha vinto a Verona ed in questo momento precede, appaiato al Palermo, di un punto il Frosinone. Con quattro e cinque punti di vantaggio sui canarini ci sono rispettivamente Udinese e Sampdoria. Mancano otto giornate al termine e quindi la lotta è ancora apertissima ma se gli uomini di Stellone vorranno salvarsi dovranno fare punti in trasferta dove sarà obbligatorio profondere la stessa grinta, la stessa energia e la stessa cattiveria agonistica che riescono ad avere al Matusa.

Potrebbero interessarti anche...