Bonetti: “Centri estivi diversi da scuola. Mascherina? Dipende”.

di Marta Tartarini

I centri estivi svolgono attività ludiche e sportive, spiega la ministra, molte delle quali si possono fare all’aperto. E poi non sono obbligatori, quindi le presenze sono minori.

Scuole chiuse ma centri estivi (dal 15 giugno) aperti. La ministra della Famiglia Elena Bonetti, ospite di ‘Un Giorno da Pecora’ a Radio1, risponde alle perplessità di quanti, nella fase 2, si trovano a riprendere le attività lavorative con le scuole chiuse. La ministra spiega che c’è una “differenza sostanziale. I centri estivi- dice- si fanno in un momento estivo avanzato rispetto alle attività scolastiche”. Inoltre, la struttura scolastica è dell’obbligo quindi tutti gli studenti partecipano insieme, in classi numerose e in spazi ristretti”, motivo per cui “per settembre ci stiamo organizzando ma serve tempo”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 106