BOLOGNA-FROSINONE 0-4.

Al Dall’Ara il Frosinone si gioca forse l’ultima chance per avere qualche speranza di agganciare le altre squadre che sono tutte davanti tranne il Chievo. Il Bologna è anche in una fase delicata, Inzaghi potrebbe giocarsi il posto in caso di risultato negativo. Baroni manda in campo: (3-5-2) Sportiello; Capuano, Salamon, Krajnc; Ghiglione, Chibsah, Maiello, Cassata, Beghetto; Ciano, Pinamonti, nessuno dei nuovi acquisti. Inzaghi sceglie (4-3-3) Skorupski; Mattiello, Danilo, Helander, Dijks; Poli, Pulgar, Soriano; Orsolini, Palacio, Sansone. L’arbitro è Banti di Livorno, subito il Bologna parte veloce soprattutto con Palacio ed Orsolini, il Frosinone in questa fase pensa a difendersi e tenta qualche contropiede. Al 6° tiro di Orsolini e Sportiello è costretto a mettere in angolo. Al 13° secondo me si decide la partita, Matiello entra a gamba tesa sulle gambe di Cassata che rimane a terra, l’arbitro Banti da pochi passi estrae il rosso diretto per comportamento scorretto del bolognese, il Bologna quindi rimane in 10 ed il Frosinone si avvantaggerà di questa opportunità . Il Bologna si getta in avanti forse per spaventare i ciociari: 16° Pulgar per Danilo, pescato in fuorigioco; al 17° Palacio dal limite, palla alta, il Frosinone rimane compatto e cerca di reagire alle folate rossoblu con ficcanti contropiedi. Al 18° se ne va sulla sinistra Beghetto, crossa in area, Ghiglione da centro area di testa schiaccia in rete a fil di palo, Skorupski non ci arriva ed il Frosinone passa in vantaggio meritato. Al 21° secondo goal per il Frosinone con Ciano che sevito da Beghetto, mette in rete anticipando il diretto avversario. Frosinone comincia a giocare sul velluto, mai aveva segnato 2 goal nel primo tempo,e la squadra gioca più rilassata facendo pochissimi errori. Il Bologna naturalmente non ci sta ed attacca a testa bassa con Palacio e Sansone, il Frosinone regge. Salamon, Capuano e  Krajnc chiudono tutti i varchi, l’unico è Palacio che tenta di reagire. Nel secondo tempo il Bologna ottiene molti calci d’angolo e punizioni che non riesce a sfruttare si arriva così al 52° con Pinamonti che triangola con Cassata e fa secco il portiere rossoblu.  IL Bologna non si arrende e continua ad attaccare, ma è il Frosinone a fare il quarto goal con Ciano il quale su punizione di Pulgar riesce a recuperare la palla, dopo una galoppata,  si presenta solo davanti a Skorupski lo fa secco con un tiro preciso e potente. Il Bologna continua ad attaccare ed all’87° prende  il palo su tiro di Soriano. IL Frosinone vince con una partita giocata quasi perfettamente, sicuramente avvantaggiato dalla espulsione di Matiello.

Visite totali:53

Potrebbero interessarti anche...