Berlino, Europa e nuovi muri 30 anni dopo: un convegno a Roma.

“All’epoca della caduta del muro, in tutto il mondo non c’erano neanche 20 muri di frontiera: oggi sono almeno 70”.

ROMA – A Roma, oggi, un convegno per raccontare, anche attraverso l’esperienza diretta di chi li ha vissuti, gli anni del muro di Berlino.

L’incontro si intitola “Berlino, Roma, Europa. Trent’anni dopo la caduta del muro, tra speranze e aspettative per il Vecchio continente”. Tra gli ospiti, insieme a giornalisti e studiosi tedeschi e italiani, ci sarà lo scrittore Peter Wawerzinek, nato a Rostock, nell’ex Germania Est.

Ma cosa è stato delle “speranze e aspettative” suscitate dai fatti del 9 novembre 1989?

“Non tutte furono realizzate, basti pensare che, all’epoca della caduta del muro, in tutto il mondo non c’erano neanche 20 muri di frontiera: oggi sono almeno 70” osserva in un’intervista alla DIRE Giovanni De Negri, direttore del sito d’informazione ‘Eurocomunicazione’. Il giornalista modererà l’incontro di domani insieme a Gabriella Lepre dell’Associazione Alumni Daad Italia (Adit).

Oggetto del convegno sarà anche il contributo italiano ed europeo alla riunificazione, anche economica, della Germania: “Anche noi portammo grandi investimenti in un’ottica di riequilibrio” osserva De Negri: “La differenza tra i muri di ieri e quelli di oggi è forse proprio che all’epoca, malgrado alcuni incidenti drammatici, c’era in generale una diffusa volontà di aiutare chi cercava la libertà oltrepassando il muro. Quei muri servivano a impedire ai cittadini di scappare da un Paese, mentre oggi chi costruisce barriere lo fa, o dice di farlo, per difendere la propria libertà da una presunta invasione. In questo senso i nostri muri sono più simili a quelli medievali che a quelli del ‘900”.

‘Berlino, Roma, Europa’ si terrà dalle 9.30 presso lo spazio Europa di via IV Novembre. Parteciperanno, oltre agli ospiti già menzionati, politici e rappresentanti delle istituzioni europee, germanisti, storici, filosofi, editorialisti e inviati dei maggiori quotidiani e tg, oltre ai direttori delle principali istituzioni tedesche in Italia. Saranno presenti anche studenti delle scuole superiori.

L’iniziativa è organizzata con il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, in collaborazione con l’Ufficio per l’Italia del Parlamento europeo e con il Goethe-Institut.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:86
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...