BASTA INQUINAMENTO NELLA VALLE DEL SACCO, LA TERRA DEI FUOCHI CIOCIARA.

valle del Sacco

Forza Nuova Valle del Sacco interviene in merito al progetto ISOLA ECOLOGICA al primo cittadino A che tanto sta a cuore al primo cittadino di Ferentino. Alcuni cittadini ci hanno contattato allarmati del progetto della così detta ISOLA ECOLOGICA che dovrebbe sorgere al di sopra di una delle più importanti Falde acquifere della città conosciuta come Forma Coperta situata in prossimità del quartiere Roana. L’edificazione di una isola ecologica consiste nella realizzazione di un basamento di cemento che andrebbe ad inquinare il deposito idrico in questione, compromettendo la potabilità dell’acqua di cui si serve un gran numero di cittadini. Allo scopo di tutelare la popolazione ferenti nate, il nucleo FORZANOVISTA DELLA VALLE DEL SACCO, invita il rimo cittadino di Ferentino non che PRESIDENTE DELLA PROVINCIA a desistere dalla realizzazione del progetto ISOLA ECOLOGICA considerando tutti i rischi che comporterebbero per il benessere della popolazione. Invitiamo in oltre, la giunta ferentinate ad investire denaro in progetti che vadano a migliorare le condizioni economiche e sociali della popolazione, visto che: l’intera provincia, soffre di una delle peggiori crisi occupazionali dell’intera penisola italica. SUGGERIMENTI PER  FAVORIRE UN CORRETTO SMALTIMENTO DI RIFIUTI ORGANICI E PLASTICI CHE POTREBBE  ANDARE A MIGLIORARE ANCHE LE CONDIZIONI OCCUPAZIONALI E SOCIALI DELLA PROVINCIA. Preghiamo fior di milioni a nazioni d’oltralpe per lo smaltimento dei nostri rifiuti ! Queste smaltiscono rifiuti in maniera intelligente e redditizia, trasformando i rifiuti in energia elettrica che ci rivendono a peso d’oro! Dai rifiuti organici estrapolano gas di città. Potremmo prendere spunto, avviando un processo di autonomia energetica, alleggerendo le imposte sulla spazzatura, limitando l’inquinamento ai minimi termini attraverso la realizzazione di un termo combustore all’avanguardia da sfruttare per alimentare generatori di energia elettrica la cui produzione basterebbe per alimentare le utenze di tutta la città e rivenderla ai paesi limitrofi.

 

Soluzione 1

soluzione 2

soluzione 3

P:S:

Visto già il disastro per esistente nella valle del sacco già noto, disastro ambientale che grava persistente sulla salute della popolazione stessa aggiungendo in oltre i miasmi ad oggi di cui è subordinata negativamente la popolazione della valle. Il disastro ha in oltre danneggiato pesantemente le attività della pastorizia e dell’agricoltura circostante. LAVORIAMO PER   ESSERE AVANGUARDIA, PER IL BENESSERE DELLA COLLETIVITTA’ E NON PER GLI INTERESSI E IL PRIVATO. ( Gli interessi collettivi prevalgono su quelli privati).

Stella Gianni 

Visite: 42

Potrebbero interessarti anche...