AUMENTA IL CONSENSO ATTORNO ALLA PROPOSTA AMMINISTRATIVA DI TOMMASO CICCONE

GRAZIE AL CONTRIBUTO DEGLI AMMINISTRATORI E’ PRONTO IL PROGRAMMA CHE RILANCERA’ LA PROVINCIA DI FROSINONE

Una campagna elettorale dura ma entusiasmante che mi ha portato ad incontrare gli amministratori di tutti i territori per confrontarmi con loro e prendere visione dei problemi da risolvere”. A poche ore dall’apertura dei seggi il candidato alla Presidenza della Provincia Tommaso Ciccone fa il punto della situazione: “Ho avuto modo di comprendere, parlando con sindaci, consiglieri comunali e assessori, di quanto lavoro ci sia da fare per migliorare una provincia che negli ultimi quattro anni è regredita in molti aspetti per via di un’azione amministrativa timida e del tutto insufficiente. Grazie alle segnalazioni degli amministratori locali sono riuscito ad integrare il programma che ho voluto sin dall’inizio tenere aperto proprio perché ritengo fondamentali i suggerimenti di chi i territori li vive giornalmente e conosce meglio di chiunque le criticità. L’ascolto ed il confronto sono le ricette migliori ed indispensabili e su questo mio modo di intendere la politica ho ottenuto un giudizio positivo pressoché unanime da parte di tutti gli interlocutori”. Il candidato del centro-destra e di diverse liste civiche ha ribadito il proprio impegno e volontà di far cambiare rotta alla Provincia affinché torni ad essere un ente autorevole capace di prendere posizioni e intraprendere iniziative anche su temi per i quali non ha deleghe dirette: “La mia Provincia – sottolinea Ciccone – è pronta a schierarsi a fianco di amministratori e cittadini in tutte le battaglie che intendono restituire dignità ad un territorio da troppi anni martoriato dai tagli in tutti i settori avvenuti nel silenzio più totale dell’attuale presidenza. Ho spiegato ai Sindaci che non resterò a guardare mentre la nostra terra subisce il costante depauperamento ma sono pronto anche a fare le barricate se ce ne sarà bisogno pur di difenderla”. Il Sindaco di Pofi ribadisce i punti salienti del proprio programma: “Riconsegnare la gestione dell’acqua ai Comuni è uno degli obiettivi che intendiamo perseguire. Particolare attenzione voglio rivolgerla al ciclo dei rifiuti e la situazione annosa della Saf: ogni provincia deve avere la propria autonomia e quindi diciamo no all’ingresso di rifiuti provenienti da fuori. Tutte le aree del territorio devono essere dotate delle stesse infrastrutture, perché riteniamo fondamentale intervenire in maniera equa su tutto il territorio. Purtroppo ho avuto modo di constatare come alcune zone della Provincia siano del tutto sprovviste di collegamenti e siano state totalmente lasciate nell’incuria. Sulla sanità siamo pronti alle barricate contro il depauperamento subito negli ultimi anni. Nel mio Comune ho già approvato il Registro dei Tumori e l’Osservatorio sulla Salute, esempi virtuosi che voglio estendere a tutto il territorio provinciale. Anche se non ci sono deleghe dirette ritengo doveroso che il Presidente della Provincia si esprima su questo tema cercando di tutelare gli interessi dei cittadini in tutte le sedi. Ci sono poi i temi dell’ambiente e del lavoro, per i quali occorre un cambio di marcia. Ho già coinvolto le associazioni dei medici per avviare un confronto serio su quello che è il pericolo legato all’inquinamento. Ho espresso loro la volontà di sostenere tutte le iniziative che stanno già portando avanti per far venire alla luce la drammaticità della situazione ambientale. Ho altresì intenzione di porre attenzione particolare verso turismo mettendo a sistema le risorse a disposizione. La nostra provincia possiede un patrimonio prezioso ed ha tutte le possibilità di sviluppare un indotto che favorirebbe il rilancio dell’intera economia. Ho raccolto molti consensi – conclude Ciccone – ed è per questo che, grazie all’appoggio dei sindaci e degli amministratori di tutti i Comuni ciociari, sento che la vittoria è più vicina”.

Visite totali:35