ATLETICA. RACHELE MORI PRIMATO ITALIANO U18 DEL MARTELLO A RIETI.

(DIRE) Roma, 12 set. – Ancora Rachele Mori. Un altro record per la giovane livornese, nuova promessa dei lanci. Ai Campionati Italiani Allievi di Rieti, fa sapere la Fidal in una nota, nella mattinata del day 2 la 17enne azzurrina dell’Atletica Livorno scaglia il martello da 3 kg oltre i settanta metri e sigla la migliore prestazione italiana under 18 con 70,41 battendo dopo sei anni il primato di Lucia Prinetti (70,27 a Nanchino il 21 agosto 2014). Completa cosi’ la collezione: due settimane fa agli Assoluti di Padova aveva gia’ aggiornato il record italiano U18 ma anche U20 con il martello piu’ pesante, da 4 chilogrammi, quello delle grandi. L’atletica, come noto, e’ questione di famiglia: zio Fabrizio e’ il campione del mondo dei 400hs di Siviglia 1999, il fratello Federico e’ una colonna della nazionale giovanile di rugby, il cugino Gabriele si e’ classificato terzo nei 100 metri ieri, sempre a Rieti. Nella finale di stamattina, Rachele Mori conferma il titolo gia’ vinto lo scorso anno ad Agropoli e cresce di oltre mezzo metro rispetto al 69,83 stagionale.

“Finalmente e’ arrivato questo record che avevo nel mirino gia’ da un po’- le parole della giovane Mori, allenata da Riccardo Ceccarini- La gara non era partita come volevo, ero lenta nelle rotazioni. Al quinto lancio e’ uscito questo ‘settanta’: ho accelerato al terzo giro ma alla fine mi sono un po’ bloccata, potevo farlo meglio. Poi nell’ultimo lancio, che era piu’ lungo, mi sono sbilanciata ed e’ uscito un nullo. Potrebbe non essere stata l’ultima gara dell’anno: ne parlero’ con il mio allenatore e proveremo ad attaccare un altro record. I Mori e lo sport? ‘Gabrielino’ ha fatto il personale e quindi possiamo dire che questi campionati siano andati bene per noi. Un saluto lo mando a mio fratello Federico che e’ stato a Parma in raduno con la Nazionale maggiore di rugby”. Nel lungo, Marta Amani atterra 6,05 (+0.9) e ritrova i sei metri che fin qui mancavano nella stagione estiva, dopo il 6,23 delle indoor che aveva rivelato il valore della 15enne del Cus Pro Patria Milano. Niente doppietta 100+asta per Great Nnachi (Cus Torino), oggi ottava con 3,40 dopo il titolo di ieri nello sprint. La tricolore dell’asta e’ comunque una saltatrice al primo anno di categoria: l’ex ginnasta veneta Chiara Centenaro (Audace Noale) festeggia grazie al 3,70 al primo assalto, a cinque centimetri dal personale. Oggi si assegnano 20 titoli italiani, tra cui quelli dei 200 metri nel Mennea Day, il giorno del ricordo del 19.72 di Pietro Mennea a Citta’ del Messico nel 1979. Diretta streaming integrale su atletica.tv.
Agenzia DiRE  www.dire.it
Visite: 129