AstraZeneca, prima ai giovani ora solo over 60: l’esperto spiega perché.

di Carlotta Di Santo

Massimo Andreoni, direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit) e primario di Infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma, ripercorre, in un’intervista alla Dire, la storia del vaccino anglo-svedese, spiegando le motivazioni delle diverse raccomandazioni.

All’inizio consigliato solo per gli under 55, poi per gli under 65, quindi ritenuto ‘buono’ per tutti. E ancora: sospeso temporaneamente (per soli tre giorni) a livello precauzionale, dopo casi sospetti di trombosi in giovani vaccinati in Germania, quindi di nuovo somministrato a tutti, fino all’ultima raccomandazione di inocularlo solo agli over 60. Non è una storia ‘lineare’ quella del vaccino anglo-svedese AstraZeneca contro il Covid, che in poco tempo ha subito diversi cambi di indicazione da parte dei decisori, generando così confusione e incertezza tra i cittadini. Ma cosa è accaduto? Per fare un po’ di chiarezza sul tema l’agenzia Dire ha interpellato Massimo Andreoni, direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit) e primario di Infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma.

LEGGI ANCHE: Bassetti: “Tachipirina prima del vaccino AstraZeneca? Sbagliatissimo”

Agenzia DiRE    www.dire.it

(lettori 194 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: