APPALTO RECUP DEL LAZIO. CIACCIARELLI INTERROGA ZINGARETTI: “BISOGNA ASSOLUTAMENTE SALVAGUARDARE L’OCCUPAZIONE DEI 367 LAVORATORI DEL RECUP LAZIO, IN PARTICOLARE QUELLI DELLA SEDE DI FROSINONE, LA CUI CHIUSURA VA IN OGNI MODO SCONGIURATA.”

“Questa mattina ho fatto protocollare un’interrogazione urgente a risposta immediata rivolta a Zingaretti per conoscere quali provvedimenti la Regione Lazio intende assumere per salvaguardare la piena e futura occupazione dei 367 lavoratori del Recup Lazio, in particolare quelli della sede di #Frosinone, la cui chiusura va assolutamente scongiurata. Il Recup è da tempo al centro di una vicenda legale complessa legata al cambio appalto: la cooperativa aCapo si era qualificata prima nella gara comunitaria per la gestione del Recup, ma a causa di un Durc negativo, poi rivelatosi inesistente, è stata esclusa dalla stazione appaltante della Regione Lazio. Da quest’ultima e da LazioCrea deve essere osservata l’applicazione di principi di ragionevolezza e di buon senso in questa vicenda, evitando comportamenti che possano ledere la tenuta dell’intera gestione del Recup e prima che possano avere un impatto sociale gravissimo ed irrimediabile su tante famiglie della Regione. Attendo, quindi, spiegazioni plausibili. Io ci sono, e ci sarò, sempre, a difesa del territorio.”

Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli. 

Visite: 38

Potrebbero interessarti anche...