ANAGNI: Si chiude con un successo l’estate anagnina. Il sindaco Natalia e l’assessore Marino: “Anagni torna baricentro della cultura provinciale”.

Si chiude con un successo la tre giorni medievale “I Giorni dello Schiaffo” e con essa questa straordinaria estate anagnina. Proprio nell’anniversario del celebre Schiaffo di Anagni di Sciarra Colonna a papa Bonifacio VIII è tempo di fare un bilancio degli eventi culturali e ricreativi estivi.
L’assessore alla Cultura e Turismo Carlo Marino dichiara: 《I “Giorni dello Schiaffo” chiudono un’estate fantastica, un’estate in cui Anagni ha saputo cogliere l’opportunità del turismo di prossimità. La collaborazione con le Associazioni, i commercianti, i ristoratori, e i luoghi della cultura si sta rivelando vincente e sono sicuro che la strada intrapresa sia quella giusta. Sapevamo che sarebbe stata una estate particolare, anzi, azzarderei “complessa” visti i mesi precedenti nei quali avevamo affrontato la pandemia, la quarantena, le chiusure, la paura di tornare a vivere. Ed invece l’obiettivo dell’Amministrazione del sindaco Daniele Natalia è stato proprio quello di rivitalizzare il settore turistico e, con esso, l’economia cittadina che ruota attorno alla cultura》.
Per il sindaco Daniele Natalia la risposta di pubblico, il perfetto funzionamento della macchina organizzativa e dei controlli e lo spessore delle iniziative programmate sono state 《la risposta che la città attendeva. Il sindaco infatti dichiara: 《Il successo di questa estate anagnina è non solo una conferma ma un punto di partenza per ristrutturare l’offerta culturale cittadina, per portare ad Anagni, e dico finalmente, quella mentalità e quella cultura del turismo che nel corso degli anni è mancata. Turismo, cultura ed economia viaggiano insieme sullo stesso binario, è compito dell’Amministrazione comunale metterle a sistema assieme alla società civile. Abbiamo creato, dimostrando di essere una splendida comunità, un’opportunità fondamentale per costruire il futuro turistico-culturale di Anagni che è, finalmente, tornata ad essere il baricentro ed il motore della cultura provinciale》. 
Visite: 152