AMBIENTE. UNESCO GIOVANI: PARTE DA ROMA TOUR ‘PLASTIC FREE’, A ISOLA TIBERINA.

(DIRE) Roma, 11 lug. – L’Associazione Italiana Giovani per l’Unesco, in collaborazione con One Ocean Foundation, presentano ‘Ocean night’: una serie di eventi dedicati al mare ‘plastic free’ in giro per diverse citta’ d’Italia per rilanciare e sostenere la campagna #unite4earth – ‘Uniti per il Pianeta’ lanciata all’Unesco Youth Forum di Trieste ad aprile 2019. Obiettivo dell’iniziativa: sensibilizzare un sempre maggior numero di persone, in particolare le nuove generazioni, a introdurre nuove abitudini a difesa dell’ambiente, alcune delle quali volte ad evitare la dispersione delle plastiche in mare. Sabato 27 luglio alle 20 a Roma il primo aperitivo a impatto zero che si svolgera’ all’Isola Tiberina nell’ambito della prestigiosa kermesse ‘L’Isola del Cinema’ aperto a tutti coloro che vorranno condividere il messaggio della campagna, e la salvaguardia del pianeta. In programma talk, video, musica, ospiti speciali come Casa Surace e a chiudere la serata l’intervento al pianoforte del giovane compositore Francesco Taskayali che ha voluto sostenere la campagna #unite4earth. Per iscrizioni: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-ocean-night-1-roma-649583792 61?aff=ebdssbdestsearch.

La plastica, infatti, costituisce il terzo materiale umano piu’ diffuso sulla terra. Si stima che nell’ambiente siano disperse 6,3 miliardi di tonnellate di plastica, di cui ogni anno 8 milioni di tonnellate finiscono nel mare e negli oceani. “Siamo fieri di lanciare questa campagna e di portarla attraverso il tour OceanNight in tutta Italia- sottolinea Antonio Libonati, presidente di Unesco giovani- La nostra ambizione e’ creare un movimento globale che parta dall’Italia e coinvolga i giovani di tutto il mondo. Siamo convinti che il vero cambiamento passi dai comportamenti di ognuno di noi e dai gesti piu’ semplici, come bere un bicchiere d’acqua o fare un aperitivo con gli amici. È questo il messaggio, semplice e rivoluzionario, che sta alla base di #unite4earth”. “L’inquinamento delle acque derivante dalla plastica e’ un’emergenza che ci chiama ad agire adesso e siamo felici di poter stringere questa partnership con Unesco giovani, uniti dall’obiettivo di aumentare la consapevolezza sul consumo di plastica, in particolare tra le nuove generazioni, e proteggere il nostro ecosistema”, commenta Jan Pachner, segretario generale di One Ocean Foundation.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:22
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...