AMBIENTE. LAGO CANTERNO, LEGAMBIENTE RACCOGLIE 30 QUINTALI RIFIUTI.

(DIRE) Roma, 28 lug. – “L’ecosistema del Lago di Canterno e’ unico e va tutelato in ogni suo aspetto, compresa la pulizia delle sponde sulle quale le amministrazioni devono intervenire in modo piu’ deciso”. Sono addirittura 30 i quintali di rifiuti raccolti questa mattina intorno al Lago di Canterno durante l’iniziativa “Puliamo il Lago” organizzata dal comune di Fiuggi che ha coinvolto le amministrazioni rivierasche e dai volontari e dalle Guardie Ambientali del Circolo Legambiente Wolf di Fiuggi.
La pulizia, si legge in una nota di Legambiente, e’ stata organizzata durante la tappa al Lago di Canterno per la Goletta dei Laghi, realizzata quest’anno in collaborazione con il CONOU e Novamont. La riserva naturale del lago di Canterno, nell’ambito del Parco Regionale dei Monti Ausoni, si trova in provincia di Frosinone, tra Ferentino, Trivigliano, Fumone, Fiuggi e Torre Cajetani ed e’ un ecosistema unico e contemporaneamente molto delicato: da una parte e’ un bacino idroelettrico di ENEL, dall’altra l’unico affluente e’ il fosso del Diluvio alimentato dallo sbocco del depuratore consortile di ACEA. Per questo effettuare sistematicamente pulizie degli argini dai rifiuti e’ fondamentale anche nell’ottica di ridurre la presenza di microplastiche nel bacino che rischiano di entrare nella catena alimentare e di compromettere la biodiversita’ dell’area, tra le piu’ ricche della provincia di Frosinone. Tra le altre peculiarita’, il Lago di Canterno e’ infatti circondato da un boschetto di salici bianchi, quarto sito del Lazio dove nidifica l’airone cinerino.
“Un ecosistema straordinario e delicato come il Lago di Canterno deve essere preservato al meglio, tutelando la qualita’ delle acque e mantenendo pulite le sponde prima che i rifiuti abbandonati possano entrare in acqua e diventare, con il tempo, microplastiche nocive per la biodiversita’- fa sapere Roberto Scacchi, Presidente di Legambiente Lazio- In questa direzione e’ andato il gran lavoro dei volontari di Legambiente, in grado in poche ore di portar via dalle sponde, rifiuti di ogni genere. Al lavoro di oggi deve seguire un’attenzione assidua sul lago: da parte degli enti del territorio, del parco regionale, degli operatori locali e anche dai gestori dei servizi idroelettrici e di depurazione; e’ in tal modo che il Lago di Canterno puo’ diventare, in chiave di ecosostenibilita’, sempre piu’ una risorsa socio-economica per la collettivita’”.
“L’attivita’ di questa mattina ha dimostrato ancora una volta che insieme si puo’- ha aggiunto Enzo Pirazzi presidente del circolo Legambiente di Fiuggi- la forza della nostra associazione sta infatti nell’essere riuscita a coinvolgere tutti dai cittadini alle amministrazioni che hanno lavorato insieme per ripulire le sponde del lago di Canterno. Ci auguriamo che da questa attivita’ possa nascere una collaborazione sistematica e duratura”. Anche di questo si e’ parlato durante l’incontro tenutosi presso la sede del circolo Legambiente Fiuggi al termine della pulizia, incontro al quale erano presenti tra gli altri Simone Nuglio (responsabile nazionale Goletta dei Laghi), Alioska Baccarini (Sindaco di Fiuggi), Maurizio Padovano (sindaco di Fumone), Luca del Monte, (consigliere con delega all’ambiente del comune di Fumone), Marco Fiorini (assessore Lavori Pubblici sport e Rifiuti del comune di Fiuggi), Marco Paris (consigliere con delega all’ambiente del comune di Fiuggi), Rachele Ludovici (assessore al bilancio del comune di Fiuggi), Simona D’Adamio (consigliere delegato all’associazionismo) e Angelo Terrinoni (consigliere comunale di Fiuggi).

Agenzia DIRE  www.dire.it

Potrebbero interessarti anche...