AMBIENTE. COSTA: DA COP21 CARTA DI NAPOLI TUTELA MEDITERRANEO.

“UNIRE DIFESA DEL MARE E BLUE ECONOMY e’ POSSIBILE” (DIRE) Napoli, 2 dic. – “Da qui daremo vita alla carta di Napoli dove coniugare la tutela dell’ambiente e la blue economy in questo mare che entro il 2030 raccogliera’ un bacino di presenze di circa 500 milioni di persone, piu’ il commercio, che crescera’ del 70% da qui al 2030″. Lo ha annunciato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, aprendo i lavori della Cop 21, Conferenza delle Parti della convenzione di Barcellona sulla protezione del Mediterraneo, in corso fino al 5 dicembre nel Castel dell’Ovo di Napoli. “Sono presenti rappresentanti di tre continenti, Europa, Africa e Asia, e Napoli e’ stata individuata capitale del Mediterraneo. Affronteremo i temi della blue economy, della lotta all’inquinamento e della tutela della biodiversita'”, ha sottolineato il ministro, ricordando che unire insieme lo sviluppo dell’economia blu e la tutela del mare “e’ possibile se i Paesi coinvolti condividono necessita’ e strategie di intervento, si danno un ordine di lavoro e indicano priorita’ come le emissioni in atmosfera e le aree marine protette nazionali e transnazionali. Dove c’è maggiore tutela ambientale – questa la sintesi di Costa – c’e’ anche sviluppo economico”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:37
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...