AMAZON. FILT-CGIL: BISOGNA CONIUGARE SERVIZIO E LAVORO DI QUALITÀ.

Giulia Guida

(DIRE) Roma, 9 giu. – “Non si puo’ superare il modello distorto, presente nella logistica, con finte cooperative, con gli appalti a ribasso, con il lavoro in somministrazione e la flessibilita’ al di fuori delle regole”. E’ quanto afferma la segretaria nazionale della Filt Cgil Giulia Guida, in merito al caso Amazon ed alla notifica da parte dell’Ispettorato del Lavoro sull’utilizzo del lavoro in somministrazione, spiegando che “in un settore sempre piu’ strategico per l’economia nazionale come e’ quello della movimentazione e della distribuzione delle merci, strettamente legato all’e-commerce, occorre subito coniugare il lavoro con la qualita'”. “Da sempre come Filt e Cgil– evidenzia la dirigente nazionale della categoria dei trasporti- abbiamo messo in campo strategie e soluzioni contrattuali, a partire dall’applicazione del contratto nazionale Logistica, Trasporto Merci e Spedizione, per stabilizzare il lavoro e per garantire diritti normativi e salariali. Serve- chiede infine Guida– un modello di qualita’ che qualifichi e dia valore al lavoro professionale nell’ottica di miglior lavoro e miglior servizio e Amazon, come tutte le multinazionali dell’e-commerce presenti nel nostro Paese, deve garantire questo modello virtuoso di sviluppo, a partire dai nuovi stabilimenti presenti in Italia, come quelli recentemente avviati in provincia di Vercelli e di Rieti ed in via di apertura in provincia di Torino e di Bergamo”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 43