Alvito, “Premio Silvio Castrucci al merito scolastico”.

Consegnati i riconoscimenti ai ragazzi delle scuole locali
alla presenza dell’Assessore provinciale Abbate

Nella splendida scenografia del Teatro comunale di Alvito si è svolta la cerimonia di premiazione del concorso didattico Premio Silvio Castrucci al merito scolastico”. L’iniziativa è stata realizzata dall’associazione culturale che porta proprio il nome di Silvio Castrucci e che si propone di promuovere e valorizzare le tradizioni e la cultura di Alvitonel segno di un uomo che tanto si è speso nel corso della sua vita lavorativa per la locale comunità.

Tema del concorso 2011-12, rivolto agli alunni dell’Istituto comprensivo, che unisce le scuole dell’obbligo all’Istituto Tecnico Agrario, I Rioni di Alvito”.
Un tema che ha permesso ai ragazzi di sbizzarrirsi nel descrivere la struttura urbana e le sue tipicità architettoniche.

Il concorso, ormai un appuntamento consolidato della vita sociale e culturale di Alvito, ha riscosso un notevole apprezzamento tra i ragazzi che hanno partecipato numerosi. Nella mattinata di mercoledì 11 gennaio, la premiazione dei ragazzi vincitori con premi in denaro.
Presenti alla cerimonia, oltre ai rappresentanti dell’associazione, il presidente dott. Gioacchino Castrucci ed il Prof. Loreto Castrucci, rispettivamente figlio e fratello del mai dimenticato Silvio, anche il sindaco Duilio Martinil’assessore alla cultura Giovanni Ferrante, Il Dirigente scolastico Prof. Cedrone, e l’assessore alla cultura della Provincia di Frosinone, Antonio Abbate.

Iniziativa veramente pregevole – ha dichiarato l’assessore Abbate – che ha un duplice merito: ricordare la figura di un uomo che tanto ha dato per il bene della città di Alvito e valorizzare il patrimonio e le tradizioni storiche locali.
Non solo, un concorso che serve ad avvicinare anche i giovani alla cultura del territorio, il migliore investimento per la crescita della comunità.
I miei complimenti all’associazione Silvio Castrucci e l’invito a continuare nella meritoria opera che ha intrapreso, unendo la promozione del patrimonio locale con la figura di un illustre alvitano, della cui amicizia ho potuto onorarmi”. 

Visite totali:44
Print Friendly, PDF & Email