ALGERIA. ONU ACCUSA: MIGRANTI DEPORTATI E ABBANDONATI NEL DESERTO.

SECONDO LA SEDE NIGERINA DI OIM, 10MILA I CASI DA SETTEMBRE (DIRE) Roma, 21 mag. – Almeno 10mila migranti sono stati abbandonati nel deserto al confine tra Niger e Algeria a partire da settembre: lo ha calcolato l’Organizzazione internazionale delle migrazioni (Oim), denunciando anche continue deportazioni disposte dalle autorita’ di Algeri.
Secondo Giuseppe Loprete, responsabile di Oim a Niamey, a maggio in un solo giorno dall’Algeria sono state espulse 343 persone, tra le quali 53 donne e 114 minori. Stando a questa ricostruzione, l’Organizzazione internazionale delle migrazioni sta assistendo in Niger oltre 3000 persone. In prima fila, rispetto ai deportati dall’Algeria, anche l’Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati (Unhcr).
Secondo Oim, a molti migranti e’ stato ordinato di raggiungere a piedi il primo centro al confine. Molti di loro sarebbero stati abbandonati anche da trafficanti di esseri umani. Numerosi i decessi, dovuti alla mancanza d’acqua e al caldo.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:20
Print Friendly, PDF & Email