Alessia Fava: Il canto d’amore di una madre.

Foto A. FavaDopo Pancia di carta Alessia Fava, offre con questo nuovo libro di poesie, un mosaico di impressioni legati alla sua maternità. Già il titolo fa riflettere: Cantami cose di terra (LietoColle).

Poi, si sa, la poesia ha sempre la capacità di andare oltre, attraverso immagini che portano in sé la loro magia, il loro mistero, il loro significato profondo che non sempre si rivela alla prima lettura …

le primule bagnate di sole/ ho contato,/ i tuoni aperti alla carezza/ di piuma che infrange partenze,/ argini smembrati dietro la schiena// le braccia sciolte ai tuoi non so/i granelli azzurri di cielo/ salvati all’intemperanza

Ma l’amore per il proprio figlio la Fava lo rivela sempre, è lì con lei, pulsa nella gioia dell’istante. Anche la poesia diventa complice di questo momento del cuore …

punti le dita/ quasi a sfiorarmi/ a volermi infrangere/ sguardi di lampi/ che assedi l’anima// poi graffi i ricordi/ ti spogli di vetro/ e mi lasci andare via

Il resto è da scoprire attraverso il piacere della lettura di versi raffinati che hanno quel guizzo capace di perlustrarti il cuore.

LietoColle

Visite: 55