ALBANO – PIENONE ALL’INAUGURAZIONE DEL COMITATO ELETTORALE DI DANIELE OGNIBENE (LIBERI E UGUALI).

Anche l’inaugurazione del comitato elettorale ad Albano, avvenuta nel tardo pomeriggio di ieri, si è tramutata in un bagno di folla e consensi per il veliterno Daniele Ognibene, candidato al Consiglio Regionale del Lazio con “Liberi e Uguali”, che gode del sostegno di tutti i gruppi dei Castelli Romani, quale conoscitore e migliore rappresentante del territorio.
All’interno della sede di Alcide De Gasperi, 30, in tantissimi si sono assiepati per condividere un progetto fondato sui valori della sinistra, grazie ad un candidato, oggi Presidente del Consiglio di Velletri, che ha già mostrato in passato di essersi impegnato a favore delle comunità locali. 

Ad appoggiare convintamente Daniele Ognibene sono stati tanti esponenti della Città di Albano, trainati dal vicesindaco Maurizio Sementilli e dal consigliere di “Articolo Uno – Mdp”, Matteo Santilli. Proprio Sementilli, fuoriuscito dal Partito Democratico per fondare Articolo Uno, ora parte integrante di Liberi e Uguali, rappresenta uno degli “sponsor” più convinti a sostegno della candidatura dell’esponente politico veliterno, che dopo i 5 anni di assessorato nella prima Giunta Servadio e l’esperienza da Presidente del Consiglio nell’ultimo lustro sembra ormai pronto al grande salto.
“Daniele, pur se ancora giovane – ha dichiarato Sementilli -, ha già maturato la giusta esperienza per tenere alta la bandiera della sinistra, salvaguardando i principi su cui il nostro partito punta forte, a partire dal lavoro, passando per il sociale, la tutela dei diritti, dei giovani e delle donne. Sono certo che saprà fare del suo meglio e saprà tutelare al meglio anche le istanze dei cittadini della provincia, di cui è ormai uno dei migliori rappresentanti. Si tratta di una persona capace, che ha saputo amministrare quando è stato chiamato in causa, e che ha  tutte le caratteristiche congeniali per dare una mano al movimento e al territorio. Spero vivamente che venga eletto, perchè sarebbe una risorsa preziosa per il territorio, al cospetto di personaggi che non sanno neppure dove si trovino i Castelli”.

“Con lui  – ha aggiunto – siamo certi di poter contare su un interlocutore privilegiato, col quale poter cercare e trovare soluzioni per il nostro territorio, all’insegna di un modo di fare politica diverso, lo stesso che anche ad Albano ha richiamato verso il nostro movimento tante persone che si erano distanziati dalla politica e che ora si sono nuovamente avvicinati”.

“Quando, consci del difficile periodo che stavamo vivendo e a seguito di sconfitte dolorose, come a Genzano e Rocca di Papa, abbiamo fondato l’associazione “Noi Domani” – ha detto Ognibene – siamo stati gli antesignani di un progetto oggi molto più ampio volto alla ricostruzione del centrosinistra. Abbiamo creduto in questo progetto e con passione ci siamo messi in cammino per riaffermare valori che si stavano perdendo, attraverso l’impegno costante sul territorio, che amiamo e conosciamo molto bene”. 

Raggiante Ognibene ha mostrato gratitudine per l’affetto riscosso dai cittadini di Albano: “Quando dentro un comitato non c’è più spazio per sedersi e anche i posti in piedi sono finiti – ha dichiarato – significa che qualcosa sta cambiando, che c’è voglia di partecipare e di essere protagonisti. Una folla incredibile ha riempito non solo la stanza, ma anche i cuori di tutte le persone che, come me, vogliono cambiare insieme a Nicola Zingaretti questo territorio. Grazie a tutti per esserci stati” il post diffuso sulla suaPagina Facebook

Il tour elettorale proseguirà nella giornata di sabato 17 febbraio nella sua Velletri, quando il candidato di “Liberi e Uguali” inaugurerà alle 16.30 il Comitato elettorale in via dei Volsci e presenterà la propria candidatura e quella di Elisa Simoni, in lizza alla Camera dei Deputati. Interverranno Carlo Ponzo (dell’Assemblea Nazionale LeU), Roberto Leoni e Stefano Pennacchi (consiglieri comunali di LeU), il capogruppo Giorgio Fiocco, l’assessore ai servizi sociali Giulia Ciafrei, Gianfranco Maggiore e Fosco Iacopini, e  Maria Lo Moro, anche lei candidata alle Regionali. 

Visite totali:27
Print Friendly, PDF & Email