AGRICOLTURA. ORTOFRUTTA, IL LAZIO PARTECIPERÀ A MACFRUIT 2020 RIMINI.

ROSATI E ONORATI PRESENTANO L’IDEA AGLI STAKEHOLDER DELLA REGIONE (DIRE) Fondi (Lt), 15 gen. La Regione Lazio vuole un ruolo da protagonista alla Fiera internazionale dell’ortofrutta Macfruit 2020, a Rimini dal 5 al 7 maggio, con uno spazio che sara’ vetrina istituzionale della filiera laziale e che sul modello Vinitaly coinvolgera’ i produttori e ospitera’ incontri e degustazioni per valorizzare la cultura del cibo del territorio. Lo hanno annunciato il presidente Arsial, Antonio Rosati, e l’assessore all’Agricoltura, Enrica Onorati, durante un incontro dedicato alle strategie per la valorizzazione del settore ortofrutticolo, oggi a Palazzo Caetani Colonna di Fondi, presentando l’idea agli stakeholder del territorio. Tra i partecipanti anche Massimo Pallottini, Dg del Car- Centro agroalimentare Roma e presidente di Italmercati, Enzo Adessi, amministratore delegato del Mof di Fondi. Presente anche il presidente di Macfruit 2020, Renzo Piraccini, che illustrando le caratteristiche della fiera di Rimini, che nel 2019 ha registrati 43.500 visitatori e 1000 espositori di cui il 20% stranieri, l’ha definita “un appuntamento importante per permettere di capire dove va il settore in una fase di grande cambiamento”. Per Rosati Macfruit “e’ una delle piu’ importanti fiere a livello internazionale e non e’ un caso che viene presentata questa opportunita’ a Fondi, dove l’ortofrutta e’ un settore di grande rilievo. Perche’ la meta’ della produzione del Lazio (terza regione in Italia per ortofrutta) viene dalla provincia di Latina. Ci stiamo interrogando su come difendere il valore aggiunto- ha continuato il presidente Arsial– perche’ c’e’ un’incredibile competizione a livello mondiale, pero’ l’Italia col suo cibo ha delle carte da giocare. Quindi dobbiamo cooperare e competere”.

Secondo il presidente Arsial “dobbiamo essere uniti e riflettere su come promuovere la grande produzione del Lazio di vini, olio, ortofrutta. Gia’ lo facciamo con una leva di molti ambasciatori, tra agronomi studenti degli alberghieri, chef e sommelier. Pero’- ha concluso- potremmo coniugare tutti questi punti con un marchio identificativo dal punto di vista del territorio: noi siamo la regione di Roma, citta’ leggendaria famosa nel mondo, questo puo’ essere un valore aggiunto”. La Regione punta a coinvolgere nel proprio spazio del Macfruit 2020 almeno una ventina di realta’ del panorama ortofrutticolo laziale. “Nelle prossime settimane- ha spiegato Onorati- faremo degli avvisi che permetteranno alle aziende di intervenire. A questi seguiranno degli confronti piu’ mirati. Siamo lieti di strutturare una proposta e confrontarci con gli operatori che da tempo partecipano ad eventi e fiere- ha detto l’assessore- e di iniziare questo 2020 lavorando e progettando insieme agli operatori del settore ortofrutticolo”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 151

Potrebbero interessarti anche...