AGRICOLTURA. ITALIA OLIVICOLA: GOVERNO TUTELI POSIZIONE ITALIA.

SICOLO: IN LETTERA A CENTINAIO E MOAVERO RICHIESTE PER SALVARE COMPARTO (DIRE) Bari, 6 mar. “Mantenere forte la posizione dell’Italia per far valere le ragioni del nostro Paese nell’interesse esclusivo di una visione dell’olivicoltura legata alla qualita’ del prodotto, alla salute dei consumatori e al valore aggiunto per i produttori”. È chiede il presidente di Italia Olivicola,www.dire.it in due distinte missive inviate al ministro per le Politiche Agricole, Gian Marco Centinaio e per conoscenza alla sottosegretaria Alessandra Pesce e al ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi. “Da indiscrezioni insistenti, riportate anche da accreditati organi di stampa, sembra consolidarsi un asse tra Spagna e Tunisia, che fanno della quantita’ e non della qualita’ il proprio modello produttivo, per una proroga dell’attuale assetto che vede come direttore esecutivo del Consiglio oleicolo internazionale, Abdellatif Ghedira, rappresentante dei produttori del Paese nordafricano, e come direttore aggiunto lo spagnolo Jaime Lillo – ha scritto Sicolo – In base agli accordi pregressi, pero’, l’Italia dovra’ esprimere i nuovi vertici di questo importante organismo”. Sicolo ha chiesto al ministro Centinaio e alla sottosegretaria Pesce di promuovere un incontro con la filiera italiana al completo per poter addivenire ad una posizione unitaria sulla questione.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:20
Print Friendly, PDF & Email