AGRICOLTURA. COLDIRETTI: PAURA FRODI A TAVOLA PER 2 ITALIANI SU 3.

PRESIDENTE PUGLIA: “DALL’ESTERO GRANO, CILIEGIE, UVA E LATTE” (DIRE) Bari, 13 gen. – Secondo quanti rivelato da una indagine condotta da Ixe’ per Coldiretti, il 65 per cento degli italiani ha paura delle frodi e contraffazioni a tavola perche’ al danno economico si aggiungono i rischi per la salute. “Il pericolo di consumare cibi contaminati colpisce ingiustamente soprattutto coloro che dispongono di una ridotta capacita’ di spesa a causa della crisi e sono costretti a rivolgersi ad alimenti a basso costo dietro i quali spesso si nascondono ricette modificate, l’uso di ingredienti di diversa qualita’ o metodi di produzione alternativi. In Puglia sbarcano dall’estero grano, ciliegie, melagrane, uva, olio, frutta secca, latte, un danno economico per le aziende agricole, ma soprattutto un rischio grave per la salute dei consumatori”, dichiara Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia. Per Coldiretti i prodotti agroalimentari che arrivano dall’estero e che contengono residui di pesticidi oltre i limiti consentiti dalla legge italiana sono le melegrane che provengono dalla Turchia, le foglie di te’ cinesi, i fagioli dal Kenya, i cachi che arrivano da Israele e il frutto della passione colombiano. “Abbiamo chiesto agli europarlamentari pugliesi – conclude Muraglia – di difendere gli interessi degli agricoltori anche con una incessante interlocuzione di tutte le parti coinvolte”. 

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:186
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...