AGRICOLTURA. BELLANOVA: QUELLA DEL POMODORO NON È UNA FILIERA SPORCA.

“MELE MARCE VANNO PUNITE, DIFENDERE CREDIBILITÀ DEL SETTORE” (DIRE) Napoli, 29 nov. – “Voglio dirlo con forza la filiera del pomodoro non e’ una filiera sporca. Per noi non esistono filiere sporche, ci sono aziende che commettono reati e come tali vanno punite. Siamo contrari alle presunzioni di colpevolezza. Il tema e’ questo: il valore della reputazione, e spesso basta una mela marcia a compromettere tutta la credibilita’ del settore. Per questo e’ nostro dovere impegnarci a fondo”. Queste le parole della ministra per le Politiche agricole e forestali Teresa Bellanova, oggi a Napoli per l’iniziativa ‘Il filo rosso del Pomodoro’, appuntamento giunto alla sua settima edizione.
“Se vogliamo avere una reputazione forte – ha suggerito la ministra -, dobbiamo dire al consumatore che la trasparenza e’ un valore, e’ un diritto. Nessuno puo’ averne paura. Cosi’ come devono poter conoscere da dove proviene la materia prima dei cibi che acquistano, e’ importante che i cittadini conoscano il valore del prodotto. Se si abituano a comprare a costi che nemmeno coprono quelli di produzione allora avremo un problema enorme: quel risparmio lo sta pagando qualcuno”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 104