ABUSIVISMO. DELRIO: IL GOVERNO IMPUGNERA’ I CONDONI FACILI.

“NON SONO TOLLERABILI DIFFORMITÀ DI VEDUTE TRA STATO ED ENTI LOCALI” (DIRE) Roma, 12 ago. – “Quando sento parlare di Italia dei condoni mi sembra di essere tornato indietro di vent’anni. Davanti a numeri sempre piu’ impietosi sugli scempi edilizi, non possiamo permetterci alcuna distrazione: abbiamo appena impugnato la legge della Campania sui cosiddetti ‘abusi di necessita”, siamo pronti a fare lo stesso con tutte le altre norme regionali ispirate a principi diversi da quelli dell’interesse nazionale”. Cosi’ il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, in una intervista a Repubblica. Delrio annuncia che la nuova ondata di sanatorie locali, dalle cantine abruzzesi alle mansarde del Lazio, fino alle lottizzazioni a due passi dal mare della Sardegna saranno fermate dal governo se risulteranno in contrasto con le leggi statali: “Non metto in dubbio la buona fede delle Regioni e cerco sempre di evitare qualsiasi contenzioso- spiega- Mi rendo conto che si tratta di provvedimenti che cercano di rispondere alle esigenze dei cittadini, ma esistono limiti su cubature e incidenza sul territorio che non possono essere superati. Non sono tollerabili difformita’ di vedute tra Stato ed enti locali, soprattutto su temi come quello dell’abusivismo edilizio”. Un pensiero anche al sindaco di Licata che, “a suo modo, e’ un eroe: gli hanno bruciato la casa, e’ costretto a muoversi con la scorta e malgrado tutto non ha mai fatto un passo indietro. La solidarieta’ e’ scontata, ora la politica pero’ deve fargli sentire davvero il suo appoggio. Angelo Cambiano e’ un esempio per gli altri primi cittadini, spero che non molli e continui la sua battaglia di civilta’. Non e’ lui che deve andarsene ma chi quel territorio l’ha saccheggiato e sfregiato per troppi anni”. 

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 27

Potrebbero interessarti anche...